Merloni: Smacchi (Pd), un centinaio di dipendenti senza mobilita'

(AGI) - Perugia, 12 ott. - "Oggi non e' una bella giornata perl'economia della nostra regione e per quella di tutta la fasciaappenninica". Cosi' il consigliere regionale dell'Umbria,Andrea Smacchi (Pd) commenta la prima scadenza della mobilita'per i lavoratori ex Merloni. "Da oggi - spiega - un centinaiodi dipendenti dell'ex colosso dell'elettrodomestico nonpercepiranno piu' la mobilita'. Si tratta di lavoratoricompresi in una fascia d'eta' che va dai trenta ai quarantannie che andranno ora a rimpinguare le fila dei disoccupati. Siamoall'inizio e questa sorte, se non cambieranno le condizioniattuali, tocchera' a tutti

(AGI) - Perugia, 12 ott. - "Oggi non e' una bella giornata perl'economia della nostra regione e per quella di tutta la fasciaappenninica". Cosi' il consigliere regionale dell'Umbria,Andrea Smacchi (Pd) commenta la prima scadenza della mobilita'per i lavoratori ex Merloni. "Da oggi - spiega - un centinaiodi dipendenti dell'ex colosso dell'elettrodomestico nonpercepiranno piu' la mobilita'. Si tratta di lavoratoricompresi in una fascia d'eta' che va dai trenta ai quarantannie che andranno ora a rimpinguare le fila dei disoccupati. Siamoall'inizio e questa sorte, se non cambieranno le condizioniattuali, tocchera' a tutti i 450 dipendenti rimasti nel bacinodegli ex Merloni. Un fatto grave, che dimostra le difficolta'del sistema istituzionale e produttivo nel creare alternativevalide all'ammortizzatore sociale". Smacchi evidenzia che "inodi della vertenza intanto sono stretti e il tempo scorre. Staper uscire la sentenza della Cassazione sul ricorso dellebanche relativamente alla vendita degli stabilimenti a GiovanniPorcarelli. Il rischio e' che l'esito sia negativo e chevengano messe in discussione anche quelle poche certezze datedalla Jp Industries". "L'attivita' per scongiurare questofinale e' frenetica e gli incontri al Mise continuanoincessanti, con l'impegno di trovare una soluzione ottimale cheassicuri un futuro al maggior numero possibile di lavoratori -conclude -. L'auspicio e' poi che la rimodulazione dell'accordodi programma produca finalmente gli esiti sperati".(AGI)Pg2/Sep