Influenza: Rosi(FI), Giunta Umbria adotti misure tutela salute

(AGI) - Perugia, 1 dic. - "La Giunta regionale adotti, con lamassima urgenza, tutte le misure necessarie ad assicurare ilpiu' elevato livello di vigilanza e controllo sulla sicurezzadei vaccini antinfluenzali che vengono somministrati nelterritorio regionale, al fine di garantire la salute deicittadini umbri". E' quanto propone all'esecutivo di PalazzoDonini il consigliere regionale dell'Umbria, Maria Rosi (ForzaItalia), attraverso una mozione da votare in aula. Ilconsigliere di opposizione ricorda che "l'Agenzia Italiana delFarmaco il 27 novembre ha disposto, in via cautelativa, ildivieto di utilizzo di due lotti del vaccino antinfluenzaleFluad" e

(AGI) - Perugia, 1 dic. - "La Giunta regionale adotti, con lamassima urgenza, tutte le misure necessarie ad assicurare ilpiu' elevato livello di vigilanza e controllo sulla sicurezzadei vaccini antinfluenzali che vengono somministrati nelterritorio regionale, al fine di garantire la salute deicittadini umbri". E' quanto propone all'esecutivo di PalazzoDonini il consigliere regionale dell'Umbria, Maria Rosi (ForzaItalia), attraverso una mozione da votare in aula. Ilconsigliere di opposizione ricorda che "l'Agenzia Italiana delFarmaco il 27 novembre ha disposto, in via cautelativa, ildivieto di utilizzo di due lotti del vaccino antinfluenzaleFluad" e che dal comunicato stampa divulgato dall'assessoratoalla sanita' della Regione Umbria "emergerebbe che il serviziosanitario regionale non ha acquistato vaccini antinfluenzaliappartenenti ai lotti oggetto di divieto di utilizzazione daparte dell'Aifa". "Tuttavia - aggiunge - sempre il 28 novembre2014 l'Aifa ha reso noto che sono state inserite nella Retenazionale di farmacovigilanza anche altre otto segnalazioni didecessi di soggetti ai quali, nei giorni precedenti, era statasomministrata una dose di vaccino Fluad". Rosi continuaevidenziando che "l'Aifa ha specificato che le dosisomministrate in questi ultimi casi appartenevano anche a lottidiversi da quelli oggetto del precedente divieto diutilizzazione" e che "i lotti coinvolti sarebbero passati da 2a 6 per un totale di 1.357.399 dosi". Rosi ricorda quindi cheieri l'Aifa "ha segnalato un nuovo decesso, verificatosiproprio in Umbria, avvenuto in concomitanza temporale con lasomministrazione del vaccino antinfluenzale" anche se "almomento non e' stato ancora accertato se il verificarsi di taligravi eventi costituisca una mera casualita' oppure sia daricondurre alle vaccinazioni effettuate".(AGI) Pg2/Mav