Casa: Umbria, pronti bandi alloggi per 10 mila famiglie

(AGI) - Perugia, 27 giu. - A distanza di quattro anni dagliultimi pubblicati, i comuni dell'Umbria sono pronti con i nuovibandi per l'assegnazione degli alloggi di edilizia residenzialepubblica. La Regione, che questa mattina attraverso unaconferenza stampa dell'assessore alle Politiche della casaStefano Vinti ha presentato i nuovi modelli di bando e delledomande, ha dato notizia che i bandi comunali saranno divisi inpratica in tre scaglioni. Numerosi comuni, tra cui Assisi,Bettona, Massa Martana, Montefalco, Monteleone di Spoleto,Nocera Umbra, Perugia, Terni, Todi e Umbertide, gia' prontiperche' hanno approvato il nuovo regolamento, addirittura hanno

(AGI) - Perugia, 27 giu. - A distanza di quattro anni dagliultimi pubblicati, i comuni dell'Umbria sono pronti con i nuovibandi per l'assegnazione degli alloggi di edilizia residenzialepubblica. La Regione, che questa mattina attraverso unaconferenza stampa dell'assessore alle Politiche della casaStefano Vinti ha presentato i nuovi modelli di bando e delledomande, ha dato notizia che i bandi comunali saranno divisi inpratica in tre scaglioni. Numerosi comuni, tra cui Assisi,Bettona, Massa Martana, Montefalco, Monteleone di Spoleto,Nocera Umbra, Perugia, Terni, Todi e Umbertide, gia' prontiperche' hanno approvato il nuovo regolamento, addirittura hannoannunciato di farlo entro il prossimo 30 giugno. Tutti glialtri comunque lo faranno tra il primo ed il 30 settembre. "Conla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale del modello tipo dibando e il modulo tipo di domanda per concorrere ai bandi perl'assegnazione degli alloggi, approvati dalla Giunta regionaleil 3 giugno scorso - ha sottolineato Vinti - si e' cosi' chiusoun lungo percorso in cui la Regione, attraverso una leggeregionale del 2012, ha provveduto a modificare ed integrare inmaniera significativa la normativa in materia. Snellire leprocedure e nello stesso tempo garantire al massimo diritti edoveri di coloro che aspirano all'assegnazione degli alloggi diedilizia residenziale pubblica, sono elementi checaratterizzano fortemente il processo di innovazione dellanormativa in materia di assegnazione degli alloggi, che, tral'altro introduce alcune importanti innovazioni come l'Iseequale modalita' di valutazione della capacita' economica delnucleo familiare. I nuovi bandi - ha affermato Vinti - attesiormai da anni da circa 10.000 famiglie umbre, sono un ulterioresegno dell'impegno costante della Regione Umbria per lepolitiche della casa e dell'abitare. Resta comunque - haaggiunto - il problema dei finanziamenti necessari per larealizzazione di nuovi alloggi e l'Umbria e' capofila nellarichiesta di un nuovo Piano nazionale per la casa che consenta,attraverso il recupero del patrimonio immobiliare gia'esistente, di soddisfare le esigenze di un numero ormaiimpressionante di famiglie che, stante la crisi economica, nonriescono a trovare una soluzione abitativa". (AGI)Pg1/Sep