Ambiente: frati Assisi, pace con la terra e prendiamocene cura

(AGI) - Perugia, 16 giu. - "Facciamo pace con la terra eprendiamocene cura. Sull'esempio di san Francesco impegniamocia rispettare e custodire la natura che e' sorella e che, nonsolo abbiamo ricevuto in dono per la nostra vita presente, mache siamo chiamati a consegnare ai nostri figli". Questol'appello che lanciano i frati della Basilica di san Francescod'Assisi in vista dell'annunciata presentazione, il 18 giugno,dell'enciclica sull'ambiente di Papa Francesco dal titolo'Laudato si', sulla cura della casa comune'. "E' la prima voltanella storia che un pontefice utilizza le parole di SanFrancesco per un

(AGI) - Perugia, 16 giu. - "Facciamo pace con la terra eprendiamocene cura. Sull'esempio di san Francesco impegniamocia rispettare e custodire la natura che e' sorella e che, nonsolo abbiamo ricevuto in dono per la nostra vita presente, mache siamo chiamati a consegnare ai nostri figli". Questol'appello che lanciano i frati della Basilica di san Francescod'Assisi in vista dell'annunciata presentazione, il 18 giugno,dell'enciclica sull'ambiente di Papa Francesco dal titolo'Laudato si', sulla cura della casa comune'. "E' la prima voltanella storia che un pontefice utilizza le parole di SanFrancesco per un documento ufficiale come questo - spiega padreEnzo Fortunato, direttore della sala stampa del Sacro Conventodi Assisi -. Il titolo dell'enciclica prende spunto dal Canticodelle Creature, manifesto di una nuova visione del mondo esorgente della spiritualita' francescana. Nella bibliotecadella Basilica di san Francesco e' tra l'altro conservata laversione originale di questo testo, che e' la prima opera dellaletteratura poetica volgare e l'inizio dell'esistenza umana inrelazione al rapporto positivo e responsabile con l'ambienteche ci circonda. Il Cantico e' una lode dolcissima a Dio, fattaattraverso le sue creature: il sole, la luna, il vento,l'acqua, il fuoco, la terra".(AGI)Pg2/Mav

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it