Ambiente: accordo tra Regione Umbria e Fua

(AGI) - Perugia, 11 set. - Monitorare le trasformazioni delterritorio e del paesaggio umbro e gli effetti prodotti dallepolitiche regionali in materia di governo del territorio esviluppo sostenibile. e' questo l'impegno che e' statosottoscritto tra la Regione Umbria, rappresentatadall'assessore regionale all'Ambiente Silvano Rometti, e laFua-Fondazione umbra per l'architettura 'Galeazzo Alessi',rappresentata dal presidente, l'architetto Paolo Vinti. Nelprotocollo d'intesa si riserva un'attenzione particolare alledinamiche e tendenze evolutive delle modificazioni e degliinterventi di recupero in ambito urbano, specialmente neicentri storici e sul patrimonio storico-architettonico diffusosul territorio regionale. "L'Umbria - sottolinea Rometti

(AGI) - Perugia, 11 set. - Monitorare le trasformazioni delterritorio e del paesaggio umbro e gli effetti prodotti dallepolitiche regionali in materia di governo del territorio esviluppo sostenibile. e' questo l'impegno che e' statosottoscritto tra la Regione Umbria, rappresentatadall'assessore regionale all'Ambiente Silvano Rometti, e laFua-Fondazione umbra per l'architettura 'Galeazzo Alessi',rappresentata dal presidente, l'architetto Paolo Vinti. Nelprotocollo d'intesa si riserva un'attenzione particolare alledinamiche e tendenze evolutive delle modificazioni e degliinterventi di recupero in ambito urbano, specialmente neicentri storici e sul patrimonio storico-architettonico diffusosul territorio regionale. "L'Umbria - sottolinea Rometti - sidistingue per la ricchezza e la bellezza del suo patrimoniopaesaggistico e ambientale e le scelte della programmazioneregionale sono state improntate coniugando la tutela e lavalorizzazione di questo patrimonio identitario con letrasformazioni del territorio, la riqualificazione delle areeurbane, lo sviluppo socioeconomico. La collaborazione con laFondazione umbra per l'architettura, con le professionalita' ele competenze tecnico-scientifiche messe in campo - conclude -ci aiutera' a focalizzare al meglio criticita' e potenzialita'su cui intervenire ed accrescere la qualita' paesaggistica,ambientale e urbanistica dell'Umbria". (AGI)Pg1/Sep