Violenza donne: boom di richieste aiuto a centri toscani

(AGI) - Siena, 24 nov. - Si registra un boom di richieste aicentri che operano in Toscana per contrastare gli effetti dellaviolenza sulle donne. Dal primo luglio del 2012 al 30 lugliodel 2013 sono aumentate del 22,9% secondo quanto denuncial'ordine degli psicologi della regione che fa riferimento alquinto rapporto sulla violenza di genere in Toscanacomprendente il periodo tra1° luglio 2009 e il 30 giugno 2013.Nel quale sono state 28 le vittime di femminicidio. Nellostesso periodo 8.218 donne si sono rivolte ai 20 Centriantiviolenza regionali."L'abuso di alcool e droghe, depressionee ansia,

(AGI) - Siena, 24 nov. - Si registra un boom di richieste aicentri che operano in Toscana per contrastare gli effetti dellaviolenza sulle donne. Dal primo luglio del 2012 al 30 lugliodel 2013 sono aumentate del 22,9% secondo quanto denuncial'ordine degli psicologi della regione che fa riferimento alquinto rapporto sulla violenza di genere in Toscanacomprendente il periodo tra1° luglio 2009 e il 30 giugno 2013.Nel quale sono state 28 le vittime di femminicidio. Nellostesso periodo 8.218 donne si sono rivolte ai 20 Centriantiviolenza regionali."L'abuso di alcool e droghe, depressionee ansia, disturbi dell'alimentazione e del sonno, fobie eattacchi di panico, scarsa autostima, disturbo post-traumaticoda stress fino a sintomi da dolore cronico, disabilita' e inalcuni casi conseguenze mortali come omicidi e suicidi, sonoalcuni tra gli effetti, sempre piu' frequenti, della violenzasulle donne" sottolineano in una nota gli psicologi toscani. Secondo Christina Bachmann, Vicepresidente dell'Ordine deglipsicologi toscani "quando viene messa in atto una violenza e'opinione comune che necessiti di aiuto psicologico solo lavittima mentre e' importante sapere che chi necessita di aiutoe' anche l'autore. Come in tutte le dinamiche relazionali,infatti, non e' corretto guardare solo a una parte dellacoppia". Inoltre aggiunge Bachmann. "E' pregiudizio diffuso che le violenze vengano messe in atto solo dagli uomini neiconfronti delle donne, sottovalutando il fenomeno delleadolescenti bulle che mostrano comportamenti violenti al paridei loro compagni maschi". (AGI)Si1/Sep