UnipolSai: sicurezza spinge fiorentini ad acquistare a rate

(AGI) - Firenze, 8 giu. - Al via l'Osservatorio UnipolSai 2015.A Firenze controllo della situazione, soddisfazione e sicurezzasono le principali sensazioni che prova oltre la meta' degliabitanti (57%) quando si paga un bene o un servizio a rate. Inparticolare, il 18% sente di avere la situazione sottocontrollo, il 27% evidenzia la soddisfazione di poterrealizzare in tutta tranquillita' un acquisto definito, il 12%% ritiene che la scelta della rata garantisca la "sicurezza dinon fare il passo piu' lungo della gamba". A questi si aggiungel'11% del campione di fiorentini che si sente piu'

(AGI) - Firenze, 8 giu. - Al via l'Osservatorio UnipolSai 2015.A Firenze controllo della situazione, soddisfazione e sicurezzasono le principali sensazioni che prova oltre la meta' degliabitanti (57%) quando si paga un bene o un servizio a rate. Inparticolare, il 18% sente di avere la situazione sottocontrollo, il 27% evidenzia la soddisfazione di poterrealizzare in tutta tranquillita' un acquisto definito, il 12%% ritiene che la scelta della rata garantisca la "sicurezza dinon fare il passo piu' lungo della gamba". A questi si aggiungel'11% del campione di fiorentini che si sente piu' serenoperche' non deve rinunciare ad acquisti ritenuti rilevanti dalsuo punto di vista. Resta una quota di persone che, soprattuttoin questo periodo di incertezza nel domani, pensa al denaro conpreoccupazione: il restante 24% degli intervistati vede infatticon ansia le rate che verranno nel futuro. Oltre che perl'acquisto dell'automobile e di beni e servizi legati allacasa, tipicamente associati al pagamento rateale, i fiorentinivedono con particolare favore il pagamento a ratedell'assicurazione auto: in dettaglio, il 64% degliintervistati considera utile ed opportuno adottare le rate perammobiliare la propria casa o ristrutturarla, il 63% persostenere l'acquisto dell'automobile e il 42% consideraopportuno pagare a rate l'assicurazione auto. Completano lafotografia dello scenario attuale gli acquisti a rate di curemediche (24%) e di viaggi e vacanze (9%). (AGI)Red/Sep