Salute: A Firenze porte aperte per la rinite allergica

(AGI) - Firenze, 16 mar. - Arriva la primavera, ma non e' sola?ad accompagnarla c'e' la rinite allergica, patologiainfiammatoria della mucosa nasale, che si stima colpisca 1toscano su 5 alle prese con naso che cola, starnuti ripetuti,occhi arrossati, ma anche distrazione e calo d'attenzione,effetti collaterali associati alla patologia. Alto quindi ilrischio di rovinare passeggiate in montagna o al parco, gite acavallo, scampagnate e giochi all'aria aperta con i bambini, edi modificare i comportamenti condizionando in modo negativo lapropria qualita' della vita. Firenze e' tra le 30 citta'coinvolte dalla seconda edizione

(AGI) - Firenze, 16 mar. - Arriva la primavera, ma non e' sola?ad accompagnarla c'e' la rinite allergica, patologiainfiammatoria della mucosa nasale, che si stima colpisca 1toscano su 5 alle prese con naso che cola, starnuti ripetuti,occhi arrossati, ma anche distrazione e calo d'attenzione,effetti collaterali associati alla patologia. Alto quindi ilrischio di rovinare passeggiate in montagna o al parco, gite acavallo, scampagnate e giochi all'aria aperta con i bambini, edi modificare i comportamenti condizionando in modo negativo lapropria qualita' della vita. Firenze e' tra le 30 citta'coinvolte dalla seconda edizione della Campagna nazionale"ETCIU'! RINITE?", l'iniziativa di informazione esensibilizzazione sulla Rinite Allergica che mette adisposizione della popolazione due giorni di visite gratuitepresso i Centri di Allergologia. "Marzo e' un meseparticolarmente critico per chi soffre di allergie, soprattuttoin Toscana - dichiara il Dott. Oliviero Rossi, Responsabiledella SOD di Immunoallergologia dell'AOU Careggi Allergologia -Secondo i calendari pollinici, tra marzo e aprile nella nostraarea e' prevista la fioritura delle oleacee (olivo e frassino)nonche', di alcuni alberi ad alto fusto. I pollini di tali erbee piante rappresentano la piu' frequente causa di allergiarespiratoria. Questa situazione determina unadestagionalizzazione delle allergie che puo' portare moltepersone a prolungare fino alle soglie dell'estate lamanifestazione dei sintomi allergici. E' importante quindiinformare la popolazione nel riconoscere i sintomi della RiniteAllergica, fare una diagnosi appropriata ed intervenire conterapie in grado di controllare la malattia prima che degeneriin una forma di flogosi cronica con la comparsa di asma inparticolare" conclude il Dottor Rossi. Dopo il successo del2014, con oltre 500 visite gratuite realizzate in tutta Italia,torna per il secondo anno la Campagna di informazione esensibilizzazione "ETCIU'! RINITE?", promossa dalle dueprincipali societa' scientifiche che operano nel campodell'allergologia, AAITO - Associazione Allergologi ItalianiTerritoriali e Ospedalieri e SIAAIC - Societa' ItalianaAllergologia Asma Immunologia Clinica, patrocinata da FederAsmae Allergie Onlus - Federazione Italiana Pazienti e APA Italia -Associazione Pazienti Allergici, e resa possibile grazie alcontributo incondizionato di Meda Pharma (www.medapharma.it).La campagna 2015 ha seguito le diverse primavere del nostropaese che vede le prime alte concentrazioni di pollini in marzoal Sud, seguito dal Centro, per concludere ad aprile nel NordItalia. 30 centri di allergologia distribuiti su tutto ilterritorio nazionale, quindi, hanno aperto le portegratuitamente al pubblico per sei giornate durante le quali un"esercito di specialisti allergologi" hanno offerto consulti evisite gratuite al pubblico, fino a esaurimento posti. (AGI)Red/Sep