Truffe: maxi parcelle fatte pagare a malati, sequestri a Ragusa

(AGI) - Ragusa, 21 ott. - La Polizia di Ragusa ha sequestrato 155.000 euro di parcelle a un avvocato di Palermo e a un suocollaboratore accusati di aver truffato dei malati affetti dadiverse patologie derivanti da trasfusioni del sangue. Lediciannove vittime si erano rivolte a loro in quanto presunti"esperti" nel settore degli indennizzi e risarcimenti.Documentate riunioni in camere d'albergo a 5 stelle e raggirianche per 25.000 euro a vittima. Il danno complessivo siaggirerebbe attorno ai 300.000 euro. Gli indagati, coinvoltinell'operazione denominata "Parcella", hanno approfittato dellostato di ansia, preoccupazione e debolezza delle

(AGI) - Ragusa, 21 ott. - La Polizia di Ragusa ha sequestrato 155.000 euro di parcelle a un avvocato di Palermo e a un suocollaboratore accusati di aver truffato dei malati affetti dadiverse patologie derivanti da trasfusioni del sangue. Lediciannove vittime si erano rivolte a loro in quanto presunti"esperti" nel settore degli indennizzi e risarcimenti.Documentate riunioni in camere d'albergo a 5 stelle e raggirianche per 25.000 euro a vittima. Il danno complessivo siaggirerebbe attorno ai 300.000 euro. Gli indagati, coinvoltinell'operazione denominata "Parcella", hanno approfittato dellostato di ansia, preoccupazione e debolezza delle persone gia'sofferenti per le patologie derivanti da trasfusioni infette.Gli agenti della Squadra mobile hanno raccolto le denunce deitruffati, tutti membri dell'associazione "Pro Thalassemici", edefinito il quadro di accuse a carico dei due uomini di 44 e 48anni, presentatisi quali componenti di uno studio legale diPalermo, e che ora rispondono di truffa aggravata continuata inconcorso. Le vittime avevano firmato una procura speciale chedava quindi mandato esclusivo ai due truffatori dirappresentarle contro il ministero della Salute. Ma i risultatinon arrivavano e cosi' la situazione e' stata segnalata allapolizia che ha ricostruito il sistema della truffa. Le indaginihanno permesso alla procura, con il coordinamento di FrancescoPuleio, di chiedere la misura cautelare del sequestro di tuttii conti correnti, depositi e titoli dei due indagati per155.000 euro. (AGI).