Truffe: cemento depotenziato per il porto di Messina, sequestri

(AGI) - Messina, 30 set. - Cemento depotenziato per i moli delporto di Messina. Sei le persone nei confronti delle quali ipoliziotti della Sezione di polizia giudiziaria hanno eseguitola misura cautelare interdittiva di sospensione dall'eserciziodel pubblico ufficio e il provvedimento di sequestro preventivoemessi dal Gip di Messina Giovanni De Marco, su richiesta delprocuratore aggiunto Vincenzo Barbaro. Sono accusate inconcorso dei reati di frode nelle pubbliche forniture e truffaaggravata commessi nella fase esecutiva dei lavori diallargamento e rettifica delle banchine Vespri e Colapesce delporto di Messina, appaltati dall'autorita' portuale di Messina

(AGI) - Messina, 30 set. - Cemento depotenziato per i moli delporto di Messina. Sei le persone nei confronti delle quali ipoliziotti della Sezione di polizia giudiziaria hanno eseguitola misura cautelare interdittiva di sospensione dall'eserciziodel pubblico ufficio e il provvedimento di sequestro preventivoemessi dal Gip di Messina Giovanni De Marco, su richiesta delprocuratore aggiunto Vincenzo Barbaro. Sono accusate inconcorso dei reati di frode nelle pubbliche forniture e truffaaggravata commessi nella fase esecutiva dei lavori diallargamento e rettifica delle banchine Vespri e Colapesce delporto di Messina, appaltati dall'autorita' portuale di Messinanel 2005. Tra le persone coinvolte un ispettore di cantiere inservizio presso il Provveditorato interregionale operepubbliche, componente della direzione lavori, e i vertici delleimprese coinvolte. Si e' anche proceduto al sequestropreventivo per equivalente sui conti correnti degli indagatifino alla concorrenza di 257.187 euro a testa. (AGI) .