Terrorismo: arrestato arrivato su barcone, tanti 'mi piace' su Fb

(AGI) - Caltanissetta, 20 ott. - "E' un'operazione importanteed e' una delle prime occasioni in cui viene applicata la nuovalegge antiterrorismo del 2015". E' quanto ha affermato ilprocuratore capo facente funzioni di Caltanissetta Lia Sava, inmerito all'operazione che ha portato all'arresto di unpakistano di 25 anni, Muhammad Bilal, che su Facebookinneggiava alla jihad e alla violenza. Secondo gli inquirenti,farebbe parte di un'organizzazione terroristica anticristiana eantisciita, era leader della comunita' pakistana presente aPiazza Armerina. Tanti i "mi piace" che i suoi post avrebberoottenuto sul suo profilo. E non mancavano nemmeno i

(AGI) - Caltanissetta, 20 ott. - "E' un'operazione importanteed e' una delle prime occasioni in cui viene applicata la nuovalegge antiterrorismo del 2015". E' quanto ha affermato ilprocuratore capo facente funzioni di Caltanissetta Lia Sava, inmerito all'operazione che ha portato all'arresto di unpakistano di 25 anni, Muhammad Bilal, che su Facebookinneggiava alla jihad e alla violenza. Secondo gli inquirenti,farebbe parte di un'organizzazione terroristica anticristiana eantisciita, era leader della comunita' pakistana presente aPiazza Armerina. Tanti i "mi piace" che i suoi post avrebberoottenuto sul suo profilo. E non mancavano nemmeno i "like"sulla strage nella redazione del giornale satirico francese"Charlie Hebdo". Il pakistano, nel gennaio dello scorso anno,arrivo' in Sicilia dalla Libia, con uno dei tanti viaggi dellasperanza, attraversando il Mediterraneo con un barcone. Il 19giugno di quest'anno venne collocato nella comunita' "Citta'del sole" di Piazza Armerina. Immediatamente le attenzionidegli inquirenti si concentrarono su di lui perche' spesso eraintemperante. Ad agosto ha chiesto asilo politico ma gli vennenegato. In piu' occasioni ha viaggiato con il pullman dal Sudal Nord Italia ed era pronto partire per il Canada. "Abbiamofermato - ha detto il questore di Enna, Ferdinando Guarino -un'attivita' di proselitismo. Erano infatti parecchi glistranieri che seguivano i post del pakistano e che mostravanoapprovazione mettendo numerosi mi piace". (AGI).