Sicilia: unioni civili, il ddl arriva in Aula all'Ars

(AGI) - Palermo, 26 feb. - E' stato inserito nel calendario deilavori dell'Ars a partire da oggi il disegno di legge "Normecontro la discriminazione determinata dall'orientamentosessuale o dell'identita' di genere. Istituzione del registroregionale per le unioni civili". Lo ha stabilito la Conferenzadei capigruppo, accogliendo le richieste delle associazioni, inparticolare del comitato "Esistono i diritti" la cui portavoceRossana Tessitore aveva intrapreso un digiuno per protestareverso l'inerzia dell'Ars sull'argomento. Ma il comitato non e'interamente soddisfatto. Stamattina una delegazione e' stataricevuta dal presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone, al qualeha esposto alcune perplessita' sul

(AGI) - Palermo, 26 feb. - E' stato inserito nel calendario deilavori dell'Ars a partire da oggi il disegno di legge "Normecontro la discriminazione determinata dall'orientamentosessuale o dell'identita' di genere. Istituzione del registroregionale per le unioni civili". Lo ha stabilito la Conferenzadei capigruppo, accogliendo le richieste delle associazioni, inparticolare del comitato "Esistono i diritti" la cui portavoceRossana Tessitore aveva intrapreso un digiuno per protestareverso l'inerzia dell'Ars sull'argomento. Ma il comitato non e'interamente soddisfatto. Stamattina una delegazione e' stataricevuta dal presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone, al qualeha esposto alcune perplessita' sul ddl di cui e' relatoreAntonello Cracolici (Pd). Secondo Marco Trapanese di "Esistono i diritti", il ddl "hasubito nel suo iter in commissione alcune variazioni che lorendono poco chiaro. Non si capisce come mai sia prevista unanorma che stabilisce una dichiarazione di atto notorio perfarsi assistere in ospedale, se e' gia' prevista l'iscrizionead un registro. Inoltre avremmo gradito che la questione dellaparita' di genere fosse stata trattata in un ddl a parte,poiche' si tratta di altro". Dubbi anche sull'istituzione diuna consigliera per le pari opportunita'. Il presidente di"Esistono i diritti", Gaetano D'Amico, ha auspicato "che l'Arspossa licenziare una legge sulle coppie di fatto che si ascrivaalla tradizione laica, liberal socialista e radicale delmovimento per i diritti civili". (AGI).