Sicilia: sindacato, tutti a Roma testimoni giustizia assunti

(AGI) - Palermo, 11 giu. - La decina di testimoni di giustiziaassunti dalla Regione siciliana il 16 giugno 2015, in base auna legge regionale voluta dal governatore Rosario Crocetta,date le esigenze tutela della loro incolumita' sarebbero statitutti destinati nella sede di Roma della Regione, in attesa chesiano individuate "definitive sedi di servizio fuoridall'Isola". Lo afferma in un comunicato il sindaco deidipendenti Cobas-Codir, che "invita il governo regionale asospendere l'assegnazione del personale in questione in ufficinon idonei e propone l'immediata destinazione dei lavoratoristessi presso sedi (per esempio i tribunali) gia' dotate

(AGI) - Palermo, 11 giu. - La decina di testimoni di giustiziaassunti dalla Regione siciliana il 16 giugno 2015, in base auna legge regionale voluta dal governatore Rosario Crocetta,date le esigenze tutela della loro incolumita' sarebbero statitutti destinati nella sede di Roma della Regione, in attesa chesiano individuate "definitive sedi di servizio fuoridall'Isola". Lo afferma in un comunicato il sindaco deidipendenti Cobas-Codir, che "invita il governo regionale asospendere l'assegnazione del personale in questione in ufficinon idonei e propone l'immediata destinazione dei lavoratoristessi presso sedi (per esempio i tribunali) gia' dotate disistemi di sicurezza idonei a ospitare personale sottoposto aparticolari tutele". Il sindaco ricorda che "la legge regionale6/2005, prevede gia' la possibilita' di assegnare personaleregionale in posizione di comando presso ogni ufficiodell'Amministrazione della giustizia ordinaria e dellegiurisdizioni speciali in Sicilia, come gia' avviene per circa200 dipendenti regionali. Pertanto, la Regione al fine dipotere raggiungere i propri obiettivi potrebbe assegnare ilpersonale presso uffici giudiziari presenti in Italia,attraverso un'apposita convenzione tra ministero dellaGiustizia e Regione siciliana che estenda oltre lo Stretto- suggerisce il Cobas-Codir - il limite territorialesiciliano". (AGI).