Sicilia: Crocetta incontra il Pd, "domani azzeramento Giunta"

(AGI) - Palermo, 20 ott. - Ore febbrili di incontri per ilpresidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, sullastrada gia' segnata verso il suo quarto governo. Il capo dellagiunta ha avuto un faccia a faccia anche con una delegazionedel Pd regionale, guidata dal segretario Fausto Raciti. "Haconfermato che domani procedera' all'azzeramento della giunta",riferiscono all'AGI fonti autorevoli del Partito democratico, eche il passo successivo "sara' una verifica politica", per fareemergere con chiarezza, secondo le intenzioni di Crocetta, chisostiene l'operazione e chi invece intende tirarsi fuori. NelPd si lavora a una soluzione che

(AGI) - Palermo, 20 ott. - Ore febbrili di incontri per ilpresidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, sullastrada gia' segnata verso il suo quarto governo. Il capo dellagiunta ha avuto un faccia a faccia anche con una delegazionedel Pd regionale, guidata dal segretario Fausto Raciti. "Haconfermato che domani procedera' all'azzeramento della giunta",riferiscono all'AGI fonti autorevoli del Partito democratico, eche il passo successivo "sara' una verifica politica", per fareemergere con chiarezza, secondo le intenzioni di Crocetta, chisostiene l'operazione e chi invece intende tirarsi fuori. NelPd si lavora a una soluzione che unisca il partito, diviso trala critica area renziana che fa campo a Davide Faraone, equella piu' dialogante rappresentata dallo stesso Raciti, dalvicepresidente dell'Ars Giuseppe Lupo e dal capogruppoAntonello Cracolici. "Occorre compiere questa verifica -spiegano le stesse fonti del Pd - ognuno si prenda le proprieresponsabilita' e sia conseguente. Il Pd sara' certamenteunito". O almeno si lavora a questo, per evitare lo scenario diun governo zoppo, privo del sostegno dell'area Renzi. Crocettaha voluto blindare l'esecutivo che verra', volando a Roma perincontrare al Nazareno insieme a Raciti il numero due del PdLorenzo Guerini, dal quale avrebbe ottenuto rassicurazionicirca un nuovo governo di fine legislatura. Escluso, quindi, ilvoto anticipato. Un maxi rimpasto che dovra' generare ungoverno che sara' politico, cancellando il profilo tecnico finqui assicurato: una mossa ritenuta decisiva per legare le sortidel governatore ai partiti della maggioranza, ridurre ledistanze e il tasso di litigiosita'. Tocchera' adesso a Raciti,con l'aiuto del partito nazionale, saldare le diverse animedella formazione politica e fissare, con un'apposita riunionedel Pd siciliano, metodo e contenuti per il varo del CrocettaIV. (AGI).