Sicilia: Cgil e Uil, 5. 000 regionali aderiscono a nostro sciopero

(AGI) - Palermo, 20 mar. - "Un successo, una grande prova dimobilitazione - al di la' di chi c'era all'inizio - adimostrazione che le istanze portate avanti da Cgil e Uil sonolegittime e fondate. Stamattina in strada ci sono cinquemilalavoratori siciliani per dire no ad un accordo-truffa". Cosi'Enzo Tango e Luca Crimi, della segreteria della Uil Fpl, eMichele Palazzotto e Enzo Abbinanti, della segreteria della FpCgil, commentano lo sciopero dei dirigenti regionali, attuatooggi solo dalle due sigle mentre la Cisl e gli autonomi, chetra i regionali sono maggioritari, hanno revocato la

(AGI) - Palermo, 20 mar. - "Un successo, una grande prova dimobilitazione - al di la' di chi c'era all'inizio - adimostrazione che le istanze portate avanti da Cgil e Uil sonolegittime e fondate. Stamattina in strada ci sono cinquemilalavoratori siciliani per dire no ad un accordo-truffa". Cosi'Enzo Tango e Luca Crimi, della segreteria della Uil Fpl, eMichele Palazzotto e Enzo Abbinanti, della segreteria della FpCgil, commentano lo sciopero dei dirigenti regionali, attuatooggi solo dalle due sigle mentre la Cisl e gli autonomi, chetra i regionali sono maggioritari, hanno revocato la protestadopo l'apertura di un tavolo con la Regione."E' necessariotrovare, e subito -proseguono i sindacalsti- soluzioni concreteper i lavoratori della Pubblica amministrazione. Continueremola nostra azione di lotta sino a quando il Governo regionalenon si siedera' al tavolo con le organizzazioni sindacali perun confronto serio". (AGI).