Omicidio nel Catanese: assassino per 10 euro, incastrato da madre

(AGI) - Catania, 5 ott. - E' stata la madre di Paolo Cartelli,l'uomo reo confesso del delitto di Calatabiano, ad accusare ilfiglio che ha ucciso sabato con un colpo di bottiglia in testala settantacinquenne Maria Ruccella. Un delitto commesso perdieci euro. Sono i due elementi che caratterizzano l'inchiestasul delitto: quei dieci euro erano la somma che il 36ennedoveva avere dall'anziana per la raccolta della legna incampagna. E' stato stamattina in conferenza stampa il sostitutoprocuratore della Repubblica Pasquale Pacifico, a spiegare iretroscena del delitto culminato con l'ammissione di colpa daparte dell'assassino,

(AGI) - Catania, 5 ott. - E' stata la madre di Paolo Cartelli,l'uomo reo confesso del delitto di Calatabiano, ad accusare ilfiglio che ha ucciso sabato con un colpo di bottiglia in testala settantacinquenne Maria Ruccella. Un delitto commesso perdieci euro. Sono i due elementi che caratterizzano l'inchiestasul delitto: quei dieci euro erano la somma che il 36ennedoveva avere dall'anziana per la raccolta della legna incampagna. E' stato stamattina in conferenza stampa il sostitutoprocuratore della Repubblica Pasquale Pacifico, a spiegare iretroscena del delitto culminato con l'ammissione di colpa daparte dell'assassino, fermato ieri pomeriggio dopo che suamadre ha chiamato in caserma gli investigatori, a seguito delritrovamento, tra i vestiti sporchi, di un paio di pantalonimacchiati di sangue. (AGI).