Neonata morta a Palermo: la madre in stato di fermo in ospedale

(AGI) - Palermo, 24 nov. - E' in stato di fermo per omicidionell'ospedale "Cervello" di Palermo dove si e' presentataspontaneamente, la trentenne che ha abbondato la figlia appenanata in un cassonetto del capoluogo, in via de Giorgi, nellazona della circonvallazione, provocandone la morte. La giovane,ricoverata nel reparto di Ginecologia per dolori e una perditadi sangue, ma le cui condizioni non sono definite preoccupanti,e' piantonata dai carabinieri della Compagnia di San Lorenzo.Disposta dal Pm l'autopsia sul corpicino. I militari checonducono le indagini hanno avvisato il marito che sta inFriuli. La donna,

(AGI) - Palermo, 24 nov. - E' in stato di fermo per omicidionell'ospedale "Cervello" di Palermo dove si e' presentataspontaneamente, la trentenne che ha abbondato la figlia appenanata in un cassonetto del capoluogo, in via de Giorgi, nellazona della circonvallazione, provocandone la morte. La giovane,ricoverata nel reparto di Ginecologia per dolori e una perditadi sangue, ma le cui condizioni non sono definite preoccupanti,e' piantonata dai carabinieri della Compagnia di San Lorenzo.Disposta dal Pm l'autopsia sul corpicino. I militari checonducono le indagini hanno avvisato il marito che sta inFriuli. La donna, madre di tre figli piccoli, palermitana, maresidente a Gemona del Friuli da dove era rientrataprovvisoriamente, in serata si e' fatta viva nel nosocomio instato di choc e dolorante, accompagnato dal cognato, spiegandoai medici quanto le era successo: di avere partorito da solaall'alba e che poi presa dal panico, credendo che la piccolafosse morta, di avere gettata la figlioletta nel cassonettoavvolta in un lenzuolo e posta dentro un borsone rosso. Labimba e' stata poi trovata da un barbone e il suo cuore hacessato di battere durante il trasporto verso il reparto dineonatologia del Civico. (AGI)Mrg