Migranti: comandante nave Cp, donne morte a un passo da salvezza

(AGI) - Catania, 1 lug. - "I gommoni sono partiti da Tripoli con un forte vento ...

(AGI) - Catania, 1 lug. - "I gommoni sono partiti da Tripoli con un forte vento che veniva dalla costa. Se sotto costa il mare era calmo, una volta arrivati al largo i migranti hanno trovato onde che arrivavano anche a 2 metri. Onde che per barche cosi' malmesse e cosi' cariche sono assolutamente insostenibili". E' il racconto di Gianluca D'Agostino, comandante di nave 'Diciotti' della Guardia costiera, arrivata stamane nel porto di Catania con 348 migranti salvati al largo della Libia, e i cadaveri di dieci donne. Ieri il natante e' intervenuto a 20 miglia dalla Libia, nel tratto di mare dove era semiaffondato un gommone: il tempestivo intervento della Guardia costiera ha permesso di trarre in salvo 107 migranti. "Quando siamo intervenuti - ha aggiunto - il gommone era collassato, i tubolari si erano stretti e non c'era piu' spazio all'interno del gommone. I nostri uomini hanno operato in una situazione particolarmente delicata sia per le pessime condizioni del mare, sia dal punto di vista psicologico. Quelle donne erano ad un passo dalla salvezza, perderle e' la cosa peggiore...". (AGI)
.