Mafia: Tranchina, G. Graviano aziono' telecomando via D'Amelio

(AGI) - Caltanissetta, 27 nov. - "In via d'Amelio fu GiuseppeGraviano ad azionare il telecomando". Ad affermarlo e' stato ilcollaboratore di giustizia Fabio Tranchina, ex autista eguardaspalle dello stesso boss Graviano deponendo nell'aulabunker del carcere di Rebibbia al processo per la strage diCapaci davanti alla Corte d'Assise di Caltanissetta. Ledichiarazioni del pentito contrastano con quanto affermato dalcapomafia corleonese Toto' Riina nei suoi colloqui in carcereintercettati dalla Dda di Palermo. Riina aveva sostenuto che iltelecomando era nascosto nel citofono dello stabile doveabitava la madre Paolo Borsellino e che fu lo stesso

(AGI) - Caltanissetta, 27 nov. - "In via d'Amelio fu GiuseppeGraviano ad azionare il telecomando". Ad affermarlo e' stato ilcollaboratore di giustizia Fabio Tranchina, ex autista eguardaspalle dello stesso boss Graviano deponendo nell'aulabunker del carcere di Rebibbia al processo per la strage diCapaci davanti alla Corte d'Assise di Caltanissetta. Ledichiarazioni del pentito contrastano con quanto affermato dalcapomafia corleonese Toto' Riina nei suoi colloqui in carcereintercettati dalla Dda di Palermo. Riina aveva sostenuto che iltelecomando era nascosto nel citofono dello stabile doveabitava la madre Paolo Borsellino e che fu lo stesso magistratoa innescare l'esplosione suonando il campanello. (AGI) . (Segue)