Mafia: 4 arresti nel Trapanese, scoperto cassiere del clan

(AGI) - Palermo, 9 mar. - Quattro arresti per mafia a Marsala(Trapani), dove i carabinieri hanno scoperto il cassiere delclan locale. I provvedimenti restrittivi, emessi su richiestadella Dda di Palermom hanno raggiunto Antonino Bonafede, 80anni, ritenuto il capo della famiglia mafiosa marsalese,Maritno Pipitone, 66 anni, con precedenti per mafia, SebastianoAngileri, fabbro incensurato di 48 anni, e Vincenzo Giappone,54 anni, pastore incensurato e, secondo l'accusa, tesorieredella cosca. Dalle indagini e' emerso anche che una societa'formalmente della moglie di Angileri e attiva nel commercioall'ingrosso di materiale ferroso, sarebbe in effettiriconducibile al

(AGI) - Palermo, 9 mar. - Quattro arresti per mafia a Marsala(Trapani), dove i carabinieri hanno scoperto il cassiere delclan locale. I provvedimenti restrittivi, emessi su richiestadella Dda di Palermom hanno raggiunto Antonino Bonafede, 80anni, ritenuto il capo della famiglia mafiosa marsalese,Maritno Pipitone, 66 anni, con precedenti per mafia, SebastianoAngileri, fabbro incensurato di 48 anni, e Vincenzo Giappone,54 anni, pastore incensurato e, secondo l'accusa, tesorieredella cosca. Dalle indagini e' emerso anche che una societa'formalmente della moglie di Angileri e attiva nel commercioall'ingrosso di materiale ferroso, sarebbe in effettiriconducibile al fabbro e a Pipitone. Associazione di tipomafioso, fittizia intestazione di beni e favoreggiamentoaggravato sono le accuse contestate a vario titolo ai quattroindagati. Il clan faceva opera di mediazione nelle controversietra gli agricoltori e i pastori della zona e contrastaval'apertura di nuove attivita' commerciali che avrebbero potutoincidere negativamente con quelle di personaggi protetti dagliaffiliati. Angileri si sarebbe adoperato, poi, per organizzareincontri riservati tra gli esponenti mafiosi, effettuando sopralluoghi preliminari in localita' non monitorate dalletelecamere dei carabinieri. (AGI).