Giornalisti: tutela a cronista ragusano dopo intimidazioni

(AGI) - Ragusa, 28 ago. - Il Comitato provinciale per l'ordinee la sicurezza di Ragusa ha assegnato da oggi una tutela algiornalista Paolo Borrometi, corrispondente dell'Agi, chedall'aprile scorso ha subito una serie di pesantissimeintimidazioni. "Si tratta di episodi molto preoccupanti", hadetto il prefetto di Ragusa, Annunziato Varde', che haincontrato il direttore dell'Agi, Roberto Iadicicco. "Eradoveroso - ha proseguito il prefetto - proteggere Borrometi elo abbiamo fatto nonostante le esigue risorse disponibili,anche a causa dell'impegno che richiede il frontedell'immigrazione". Il giornalista viene protetto dai carabinieri, con duemilitari di scorta e

(AGI) - Ragusa, 28 ago. - Il Comitato provinciale per l'ordinee la sicurezza di Ragusa ha assegnato da oggi una tutela algiornalista Paolo Borrometi, corrispondente dell'Agi, chedall'aprile scorso ha subito una serie di pesantissimeintimidazioni. "Si tratta di episodi molto preoccupanti", hadetto il prefetto di Ragusa, Annunziato Varde', che haincontrato il direttore dell'Agi, Roberto Iadicicco. "Eradoveroso - ha proseguito il prefetto - proteggere Borrometi elo abbiamo fatto nonostante le esigue risorse disponibili,anche a causa dell'impegno che richiede il frontedell'immigrazione". Il giornalista viene protetto dai carabinieri, con duemilitari di scorta e un'auto. Il direttore Iadicicco haringraziato il prefetto "perche' la tutela assegnata aBorrometi non protegge soltanto questo giornalista, ma lastessa liberta' di informazione che e' un bene primario dellasocieta' civile". Gli stessi carabinieri conducono le indaginisulle intimidazioni cominciate in aprile con un brutalepestaggio e poi proseguite con episodi di varia natura finoall'ultimo di domenica notte, quando e' stato appiccato ilfuoco alla porta di casa del cronista. "Restando la direzione delle indagini alla Procura diRagusa - ha sottolineato il prefetto - ho stimolato ilresponsabile delle forze di polizia a dare il massimo impulsoalle indagini perche' e' fondamentale non solo individuare iresponsabili di queste intimidazioni, anche sotto il profilodell'ordine pubblico, ma soprattutto garantire che in provinciadi Ragusa i giornalisti possano svolgere liberamente epienamente il loro lavoro". "Paolo Borrometi deve continuare il suo lavoro di cronistasapendo che le istituzioni sono al suo fianco dopo le minacceche ha ricevuto", ha detto il sindaco di Ragusa, FedericoPiccitto, che questa mattina ha incontrato il giornalistavittima di intimidazioni, assieme al direttore dell'Agi,Roberto Iadicicco, e al senatore Mario Giarrusso, componentedella commissione parlamentare Antimafia. Piccitto hamanifestato sostegno a Borrometi, collaboratore dell'Agi, e hasottolineato che "i giornalisti vengono intimiditi quandodiventano scomodi perche' cercano la verita' senza limitarsialle notizie di facciata". Il senatore Giarrusso ha ricordato che tra le inchiestepiu' recenti di Borrometi, che e' anche direttore del sito web"La spia", ci sono quelle sulla criminalita' organizzata diScicli, dove la Prefettura ha pochi giorni fa inviato unacommissione di accesso al Comune per verificare se sussistanogli estremi per una procedura di scioglimento. Nel corsodell'incontro il sindaco Piccitto si e' detto disponibile aospitare a Ragusa un convegno sulla liberta' di stampa e sulgiornalismo investigativo. (AGI).