Casa: mercato Palermo in stallo primo semestre 2016,giu' i prezzi

(AGI) - Palermo, 13 lug. - Il mercato immobiliare palermitano, nel primo semestr...

(AGI) - Palermo, 13 lug. - Il mercato immobiliare palermitano, nel primo semestre 2016, non ha avvertito una grande attivita', nonostante si prevedano - specie nella compravendita delle abitazioni - segnali di attenuazione della fase recessiva. Si assiste ad un timido calo dei prezzi degli immobili e a una flessione degli sconti applicati in fase di compravendita. La riduzione dei prezzi, registrata gia' negli anni passati, potrebbe rappresentare il punto di partenza per una graduale ripresa degli scambi". E' quanto emerge dal secondo Osservatorio Immobiliare 2016 di Nomisma. Il comparto residenziale fa registrare un incremento, anche se non molto marcato, della domanda, dell'offerta e del numero di compravendite. Per le abitazioni usate, la variazione semestrale dei prezzi e' stata del -1,4% (-2,9% su base annua), con cali consistenti in tutte le zone ad eccezione di quella periferica, che ha perso soltanto lo 0,6%. I tempi medi di vendita sono diminuiti rispetto ai semestri precedenti (in media 6,5 mesi). Diminuisce anche lo sconto applicato sul prezzo di vendita (17,5% in media). I canoni di locazione hanno subito cali piu' moderati (-0,9% semestrale, -2,8% annuale). Dopo il record dello scorso anno, il tempo medio per la locazione e' tornato a scendere a 3,3 mesi in media. I rendimenti medi lordi da locazione restano stabili al 5,6%. Il mercato dei box e garage e' caratterizzato da una costante contrazione del mercato, che anche quest'anno vede una riduzione dei prezzi del 2,2% su base annua. Anche per la locazione si segnala una flessione dei canoni, anche se meno forte rispetto agli anni precedenti. Il rendimento medio annuo da locazione si assesta sul 6,7%. In calo, da due anni consecutivi, sia i tempi medi di vendita (in media 7,3 mesi) sia gli sconti sul prezzo inizialmente richiesto (13,4%). In aumento, invece, i tempi medi di locazione (4,3 mesi). Anche nel mercato degli uffici si intravedono criticita'. Le variazioni semestrali dei prezzi di compravendita registrano un calo medio dell'1,1%, mentre i canoni di locazione mostrano i primi segni positivi, specialmente in centro (+1,1%), anche se la media urbana risulta ancora in lieve calo (-0,2%). Alcuni segnali positivi si intravedono dal calo dei tempi medi di vendita (9 mesi), mentre quelli di locazione oscillano intorno ai 6 mesi ormai da quattro anni. Anche gli sconti sui prezzi inizialmente richiesti sono al ribasso, e tornano ai livelli del 2012 (18%). Le transazioni, dopo tre anni di cali, fanno segnare un +34,7% su base annua, un valore che conferma i segnali positivi legati al segmento delle compravendite. Il comparto commerciale evidenzia segnali di stabilita' nell'offerta e una percezione negativa per quanto riguarda la domanda. Il calo medio dei prezzi e' pari all'1,2% su base semestrale, mentre la variazione annuale e' nettamente piu' marcata (-3,3%). Dopo quattro anni, i tempi medi di vendita tornano sotto i 9 mesi (8,5 mesi). Anche lo sconto medio praticato sul prezzo finale torna sui livelli di cinque anni fa (17%). Nel comparto locativo si registra un'attenuazione delle flessioni semestrali e annuali dei prezzi e dei canoni. I tempi medi di locazione tornano a 5 mesi, livello che non veniva toccato dal 2011. In leggero aumento i rendimenti lordi annui da locazione (7,2%). (AGI)
.