Calcio: Paul Baccaglini patron Palermo, dalle Iene alla finanza

(AGI) - Palermo, 6 mar. - Dalla Tv delle Iene alla finanza, fino all'approdo al ...

(AGI) - Palermo, 6 mar. - Dalla Tv delle Iene alla finanza, fino all'approdo al calcio. E' Paul Baccaglini, espressione di un fondo anglo-americano, il nuovo presidente del Palermo Calcio. Dopo l'era di Maurizio Zamparini durata 15 anni, arriva un trentenne italo-americano. Membro fondatore e rappresentante di Integritas Capital, ha concordato tramite societa' che lui indichera' entro il 19 aprile, l'acquisto del 100% delle quote del Palermo Calcio, il cui trasferimento dovra' avvenire entro il 30 aprile. Baccaglini, informa il sito del Palermo Calcio, ha assicurato un programma con la copertura finanziaria per lo sviluppo del progetto sportivo legato a quello tecnico per la costruzione del nuovo stadio e del centro sportivo.
Un italo-americano nato e cresciuto in America da padre americano e madre italiana. Arrivato in Italia ha terminato gli studi per poi intraprendere una carriera nel mondo della comunicazione prima in radio a Rtl 102.5, poi in televisione a Italia 1, con 'Le Iene', e a Mtv con 'Il Testimone'. Nel frattempo ha coltivato l'interesse per i mercati finanziari che ha studiato in qualita' di trader. Dopo un primo periodo di gestione del proprio capitale ha fondato il suo primo "family fund". Dopo due anni ha fondato il secondo allargando gli asset class gestiti e creando il primo fondo commerciale, Keystone Group. Ha co-fondato il fondo Integritas Capital con due soci confluiti dal mondo delle banche americane ed inglesi. Da quasi due anni e' anche board member e financial secretary di Foundation International, una fondazione basata in America che investe in progetti umanitari su scala mondiale.
Integritas Capital e' un fondo che in meno di cinque anni si e' imposto come "boutique investment solution" con clienti in ogni parte del mondo. Inizialmente si e' dedicato ad asset management e wealth management diversificando il portfolio dei propri clienti su strategie di basso e medio rischio spalmati su equity, futures and options. Da questa base il fondo ha allargato le proprie soluzioni alla ri-capitalizzazione corporativa e private equity fino a toccare venture capital investments. L'obiettivo e' da sempre stato quello di individuare opportunita' nei mercati liquidi e capitalizzare sul "re-adjustment" dei prezzi. "Questa e' la stessa filosofia applicata all'investimento strategico in mercati emergenti o in idee rivoluzionarie", viene spiegato dallo staff del nuovo presidente, dal mercato farmaceutico a quello delle energie alternative passando per il real estate.
In quest'ottica si inquadra l'interesse espresso per i progetti e gli asset del Gruppo Zamparini esterni al mondo del calcio. "Si tratta di un portfolio costituito da opportunita' esclusive per investire nel mercato del real estate italiano ed europeo finalizzate non solo alla creazione di nuove strutture residenziali e commerciali ma soprattutto alla creazione di progetti che possano favorire la formazione di nuovi posti di lavoro valorizzando il territorio, la forza lavoro ed i prodotti italiani che rappresentano una risorsa valida e preziosa mondialmente". (AGI)
.