Brucia Pantelleria, "atto criminale"

L'incendio più disastroso degli ultimi 35 anni manda in fumo 600 ettari di terreno

Brucia Pantelleria, "atto criminale"
 incendio pantelleria

Palermo - Brucia ancora Pantelleria anche se la situazione stamane è sotto controllo, riferiscono i vigili del fuoco impegnati a spegnere gli ultimi focolai. Squadre e canadair in azione da sabato sera, quando il rogo è partito da località Monastero per poi estendersi rapidamente a causa del caldo e del vento a Montagna Grande fino a Fossa del Russo. Centinaia gli ettari di terreno divorati da fuoco. Distrutta anche un'area attrezzata ed evacuate decine di abitazioni. Il piu' disastroso incendio degli ultimi 35 anni.
 

Nessun dubbio sulla matrice dolosa per il sindaco Salvatore Gabriele: "Lo sgomento è tanto, ma questi criminali non fermeranno lo sviluppo di questo territorio. Pantelleria appartiene a tutti, appartiene allo Stato. è stata colpita la nostra identità e dignità, ma non ci fermeremo e con orgoglio ricostruiremo tutto cio' che a Pantelleria è stato distrutto da questi vigliacchi criminali". "Pantelleria è un patrimonio al quale certo non rinunceremo per quattro mascalzoni che pensano di utilizzare il fuoco per chissà quali impossibili obiettivi", dice Antonello Cracolici, assessore regionale all'Agricoltura, "in questo momento è necessario affrontare l'emergenza, subito dopo valuteremo le iniziative da attivare per restituire all'isola il verde che le è stato sottratto".

La perla del Mediterraneo amata dai vip

(AGI)