Arte: Palermo si 'riprende' museo e 3000 opere, atteso Mattarella

(AGI) - Palermo, 13 giu. - Riapre le porte Villa Zito diPalermo, che si trasforma in una grande pinacoteca estesa sucirca mille metri quadri di sale espositive, disposte su trepiani. E tornano fruibili tremila opere, tra le quali dipintirealizzati dai primi del Seicento al Novecento. "Con lariapertura di questa bellissima villa si riapre una stagione dicultura e arte a Palermo", spiega il presidente dellaFondazione Sicilia, Giovanni Puglisi, incontrando la stampa, "ecredo che la sua fruizione sia qualcosa di piu' rispettoall'apertura di Palazzo Branciforte. Quello aveva lacaratteristica della novita', era noto

(AGI) - Palermo, 13 giu. - Riapre le porte Villa Zito diPalermo, che si trasforma in una grande pinacoteca estesa sucirca mille metri quadri di sale espositive, disposte su trepiani. E tornano fruibili tremila opere, tra le quali dipintirealizzati dai primi del Seicento al Novecento. "Con lariapertura di questa bellissima villa si riapre una stagione dicultura e arte a Palermo", spiega il presidente dellaFondazione Sicilia, Giovanni Puglisi, incontrando la stampa, "ecredo che la sua fruizione sia qualcosa di piu' rispettoall'apertura di Palazzo Branciforte. Quello aveva lacaratteristica della novita', era noto come sede bancaria, conqualche eco nell'immaginario collettivo palermitano, ma nonfaceva parte di un vissuto radicato. Villa Zito invece e' statasempre radicata della citta'". L'inaugurazione e' previstasabato 20 giugno, alla presenza del presidente della RepubblicaSergio Mattarella. Nella storica dimora saranno fruibili alpubblico le opere piu' rappresentative della collezionepittorica della Fondazione Sicilia, oltre agli esemplari dimaggiore rilievo della raccolta di opere grafiche, una mole direperti che per Puglisi consentirebbero di realizzare "dueUffizi in tutti le parti del mondo". Si tratta di dipintirealizzati dai primi del Seicento fino al Novecento, alcuni deiquali creati dai grandi maestri della storia dell'arteitaliana. In totale sono oltre 1600 le opere pittoriche (esposte almomento 310), 1194 le opere grafiche (esposte 25), 127 lesculture e diverse maioliche. La villa ha una superficie di3112 metri quadri. Le superfici delle sale espositive sono paria 800 metri quadri mentre le superfici espositive sono 820metri quadri. Le due sale conferenze sono state completamenteristrutturate ed e' stata concepita anche la nuova salamultimediale. Il giardino si estende per 3600 metri quadri el'intenzione e' di renderlo fruibile al piu' presto. "Doniamo a Palermo e all'Italia intera - ha conclusoPuglisi - un altro luogo dedicato all'arte e alla cultura. Conla riapertura di questo edificio completiamo il circuito deglispazi espositivi della Fondazione, un circuito che si e' apertocon il restauro di Palazzo Branciforte, firmato da Gae Aulenti,e che oggi, a distanza di tre anni, si completa con quello diVilla Zito". (AGI).