Ambulante ucciso a Palermo: arrestati 5 fratelli, faida familiare

(AGI) - Palermo, 16 mar. - Cinque fratelli sono stati arrestatia Palermo dalla polizia di Stato, in collaborazione con icarabinieri per l'omicidio del primo ottobre scorso nel mercatorionale del quartiere Cep, vittima l'mabulante MaurizioQuartararo. Nella sparatoria rimasero feriti anche un fratellodi Quartararo, Umberto, e un'anziana, Maria Maniscalco, zia delcalciatore Toto' Schillaci, colpita da un proiettile vagante.Gli arrestati sono Lorenzo Marra (41 anni), Marcello Marra (37anni), Enrico Marra (35 anni), Alfredo Marra (29 anni),Salvatore Marra (25 anni). Per ?Alfredo Marra il gip SergioZiino, che ha emesso i provvedimenti restrittivi su richiesta

(AGI) - Palermo, 16 mar. - Cinque fratelli sono stati arrestatia Palermo dalla polizia di Stato, in collaborazione con icarabinieri per l'omicidio del primo ottobre scorso nel mercatorionale del quartiere Cep, vittima l'mabulante MaurizioQuartararo. Nella sparatoria rimasero feriti anche un fratellodi Quartararo, Umberto, e un'anziana, Maria Maniscalco, zia delcalciatore Toto' Schillaci, colpita da un proiettile vagante.Gli arrestati sono Lorenzo Marra (41 anni), Marcello Marra (37anni), Enrico Marra (35 anni), Alfredo Marra (29 anni),Salvatore Marra (25 anni). Per ?Alfredo Marra il gip SergioZiino, che ha emesso i provvedimenti restrittivi su richiestadel procuratore aggiunto, Claudio Corselli, e del sostitutoAlessandro Picchi, ha disposto gli arresti domiciliari. Leaccuse contestate sono omicidio, tentato omicidio in concorso edetenzione e uso illegale di armi da fuoco. Secondo gliinvestigatori, il delitto e' riconducibile a un odio antico trale due famiglie, legate anche da rapporti di parentelaallargata. "Quel giorno ci fu una lite tra Caterina Quartararo,sorella dell'ucciso, e Provvidenza Bonano, compagna di MarcelloMara", ha ricostruito Maurizio Calvino, capo della SquadraMobile. "Un fatto -ha aggiunto- che ha dato il via all'episodioviolento, pianificato da tempo, e il cui regista riteniamo siaLorenzo Marra". Subito dopo la sparatoria militari e poliziottiavevano "percepito" la dinamica della faida e avevano compiutovari "esami irripetibili" tra cui lo Stub: "Effettuando iltampone per rilevare presenza di polvere da sparo - hannoaggiunto investigatori e magistrati - possiamo dire che coloroche hanno sparato sono stati Marcello e Salvatore EmanueleMarra. Mentre su Enrico e Alfredo i residui di polvere da sparoerano presenti ma in quantita' minore". La baruffa del primoottobre, finita con l'omicidio, e' stata l'ultima e sanguinosatappa di uno scontro familiare di lunga data, e che gia' allafine del 2013 aveva visto un'aggressione compiuta da MaurizioQuartararo contro Lorenzo Marra. (AGI).