Aeroporto Catania: 2 donne ai vertici della societa' di gestione

(AGI) - Catania, 25 lug. - Nuovi vertici aziendali alla Sac, la societa' che ges...

(AGI) - Catania, 25 lug. - Nuovi vertici aziendali alla Sac, la societa' che gestisce lo scalo Fontanarossa di Catania. L'assemblea dei soci ha nominato Daniela Baglieri e Ornella Laneri rispettivamente presidente e amministratore delegato. Hanno espresso parere favorevole i commissari della Regione siciliana ed Enzo Bianco, rappresentante della Citta' metropolitana di Catania, mentre parere negativo i componenti della Camera di Commercio di Ragusa.
Il margine operativo lordo dal 2007 a oggi si e' quasi quadruplicato, raggiungendo i 22-23 milioni di euro l'anno, dando cosi' valore all'azienda nella prospettiva della privatizzazione. Negli ultimi quattro anni sono stati fatti investimenti in autofinanziamento per quasi 50 milioni di euro. Il numero dei passeggeri da 6 milioni giungera' quest'anno a 7,5 milioni, con una crescita del segmento internazionale dal 20% al 32%: ogni anno, dunque, arrivano in Sicilia 600.000 stranieri in piu'.
"Lasciamo una realta' - dice l'ex presidente Salvatore Bonura - che ha una situazione patrimoniale solida e gestisce un'aerostazione collegata con decine di Paesi europei ed extra europei. Fra i risultati a favore del nostro aeroporto, mi piace evidenziare il collegamento diretto - a breve - fra Catania e Mosca, grazie alla revisione dell'accordo bilaterale Italia-Russia che prevede tre nuove rotte fra cui, appunto, quella da/per Fontanarossa. Auspico che i nuovi amministratori - due donne di comprovata esperienza, per la prima volta ai vertici della Sac - vadano oltre i nostri risultati, per dare ulteriori opportunita' di sviluppo al territorio. A loro auguro di cuore buon lavoro e nuovi successi".
"Il cda uscente - sostiene l'ex amministratore delegato Gaetano Mancini - lascia un business plan ambizioso e un patrimonio di strategie e progetti che potranno essere ulteriormente arricchiti e valorizzati in futuro. Un futuro che per Sac si tinge di rosa. E' un fatto inedito che rappresenta una grande potenzialita' per la loro capacita' e professionalita', testimoniata dai curricula e dalle storie personali. Sono certo che sapranno sostenere lo sviluppo della Sac e, tramite esso, quello del nostro territorio, sapendo fare ancora meglio di quanto abbiamo fatto noi". (AGI)
.