Servitu' militari:Rossi,a giorni vertice per pescatori Oristanese

(AGI) - Cagliari, 14 ott. - Si svolgera' nei prossimi giorni a Roma una riunione...

(AGI) - Cagliari, 14 ott. - Si svolgera' nei prossimi giorni a Roma una riunione che dovrebbe risolvere in modo definito il problema degli indennizzi dovuti ai pescatori delle marinerie dell'Oristanese penalizzati dalle esercitazioni nel poligono di Capo Frasca. Lo ha assicurato il sottosegretario alla Difesa Domenico Rossi rispondendo alla Camera alle interrogazioni dei deputati Caterina Pes (Pd) e Michele Piras (Sel). "La questione relativa agli indennizzi alle marinerie adiacenti a poligono militare di Capo Frasca e' all'attenzione del governo", ha assicurato Rossi, e la Presidenza del Consiglio dei ministri ha concordato di effettuare a breve la riunione con il necessario coinvolgimento del ministero della Finanze e della Regione per venire incontro alle istanze dei pescatori". Il sottosegretario ha detto che "al piu' presto si giungera' alla necessaria conclusione della questione". Una tematica - ha aggiunto - che e' "all'attenzione del governo per dare seguito a una risoluzione della commissione Difesa presentata dal deputato Michele Piras, approvata col parere favorevole del dicastero, al seguito della quale e' stato istituito un tavolo tecnico nel cui ambito", ha spiegato ancora Rossi, "le cooperative delle marinerie locali hanno chiesto venisse risolta la problematica dell'indennizzo evitando di ricorrere a un piu' ampio processo di revisione del protocollo d'intesa del 1999". Quell'intesa prevede - come ha ricordato Caterina Pes in aula gli indennizzi a tutte le marinerie sarde penalizzate dalle servitu' militari con l'inspiegabile esclusione di quelle dell'Oristanese e di Arbus. La richiesta dei pescatori - ha sottolineato il sottosegretario - e' stata accolta e "in tal senso si e' proceduto a definire diversi aspetti degli indennizzi da corrispondere. Conseguentemente la tematica e' stata messa all'attenzione del tavolo di confronto istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri con il coinvolgimento della Presidenza della Regione". In buona sostanza, i pescatori dovrebbero vedere riconosciuti gli indennizzi e il tavolo tecnico dei prossimi giorni servira' a verificare col ministero delle Finanze la disponibilita' dei fondi necessari ad accogliere le rivendicazioni delle marinerie che da martedi' della scorsa settimana protestano pacificamente in mare nel tentativo di bloccre le esercitazioni militari nel poligono
In sede di replica Caterina Pes si e' detta soddisfatta dell'impegno del governo ma ha assicurato un'attivita' di vigilanza per verificare che venga rispettato. Michele Piras, dopo aver ricordato come circa 600 pescatori e le loro famiglie non possano attendere oltre, ha sottolineato come il rispetto dei tempi rappresenti "una questione dirimente". (AGI)
Sol
Sol