Servitu' militari: Pigliaru, stop esercitazioni non si discute

(AGI) - Cagliari, 27 giu. - "In nessuna misura e in nessunamaniera verra' permesso a chicchessia di infrangere gli accordisiglati lo scorso 8 gennaio, che stabiliscono per la primavolta la sospensione delle esercitazioni militari in Sardegnadal primo giugno al 30 settembre: non e' in discussione, e' undato sancito che si puo' riprendere in mano solo per garantireun ulteriore allungamento dei tempi di sospensione". Lo hadichiarato il presidente della Regione Francesco Pigliaru dopolo strappo, consumato tre giorni fa, all'interno del Comipa, ilcomitato paritetico misto sulle servitu' militari, i cuicomponenti civili hanno

(AGI) - Cagliari, 27 giu. - "In nessuna misura e in nessunamaniera verra' permesso a chicchessia di infrangere gli accordisiglati lo scorso 8 gennaio, che stabiliscono per la primavolta la sospensione delle esercitazioni militari in Sardegnadal primo giugno al 30 settembre: non e' in discussione, e' undato sancito che si puo' riprendere in mano solo per garantireun ulteriore allungamento dei tempi di sospensione". Lo hadichiarato il presidente della Regione Francesco Pigliaru dopolo strappo, consumato tre giorni fa, all'interno del Comipa, ilcomitato paritetico misto sulle servitu' militari, i cuicomponenti civili hanno abbandonato la riunione con i militariche avrebbero ventilato la possibilita' di mettere indiscussione gli accordi sulla sospensione estiva. "Va detto -ha sottolineato il presidente della Regione - che quegliaccordi prevedono il raggiungimento di obiettivi di medio-lungotermine su cui stiamo lavorando, e di altri di breve termine.Su questi ultimi e' evidente che ci sono delle criticita'dovute a una inaccettabile inerzia da parte dello Stato, acominciare dal ritardo nel pagamento delle compensazioni aiComuni maggiormente gravati da servitu', ritardo non piu'tollerabile e che ormai supera l'anno. A tale proposito, gia'una settimana fa abbiamo inviato una nota di forte richiamoallo Stato perche' ottemperi senza ulteriore indugio ai doveriche ha verso la Sardegna, su questo come su tutti gli altrifronti nei quali il confronto e' aperto". (AGI)Sol

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it