Scuola: Firino, ridotti disagi docenti precari; solo 10 emigrati

(AGI) - Cagliari, 22 set. - Andranno a insegnare fuori dallapenisola solo 10 dei 1.741 docenti precari della Sardegna chehanno presentato domanda per l'assegnazione di una cattedra perla fase B della procedura prevista dalla legge 107 BuonaScuola. In realta', solo 1.741 (meno della meta') dei 3.500precari sardi aventi diritto hanno deciso di entrare nellegraduatorie nazionali e appena 285 (il 16%), in questa primafase, hanno ricevuto proposta di nomina. Fra loro 89 rimarrannoin Sardegna, ma andranno a insegnare fuori dalla provincia diresidenza. Sono i dati forniti nel pomeriggio dall'assessoredella Pubblica istruzione

(AGI) - Cagliari, 22 set. - Andranno a insegnare fuori dallapenisola solo 10 dei 1.741 docenti precari della Sardegna chehanno presentato domanda per l'assegnazione di una cattedra perla fase B della procedura prevista dalla legge 107 BuonaScuola. In realta', solo 1.741 (meno della meta') dei 3.500precari sardi aventi diritto hanno deciso di entrare nellegraduatorie nazionali e appena 285 (il 16%), in questa primafase, hanno ricevuto proposta di nomina. Fra loro 89 rimarrannoin Sardegna, ma andranno a insegnare fuori dalla provincia diresidenza. Sono i dati forniti nel pomeriggio dall'assessoredella Pubblica istruzione Claudia Firino al Consiglio regionalein occasione delle dichiarazioni della Giunta sui problemidella scuola sarda. Il numero di docenti precari costretti aemigrare - secondo l'esponente della Giunta regionale - si e'nettamente ridimensionato, "anche grazie agli accorgimentisollecitati dalla Regione adottati dal ministero per ridurre idisagi: in particolare, l'anticipo dell'assegnazione dellesupplenze e il riconoscimento del valore giuridico della messain ruolo anche con supplenze". (AGI)Rob