Meridiana: vertice Governo-Regione al ministero Lavoro alle 18. 30

(AGI) - Olbia, 23 set. - Si apre alle 18.30, al ministero delWelfare, il tavolo interministeriale dedicato alla vertenzadella compagnia aerea Meridiana, dopo l'annuncio del managementdi collocare in mobilita' gran parte della sua forza lavoro:1634 dipendenti sui 2100 in organico. Presenti al tavolopresieduto dai ministri del Lavoro, Giuliano Poletti e deiTrasporti, Maurizio Lupi, e gli assessori regionali deiTrasporti, Massimo Deiana, e del Lavoro Virginia Mura. Non e'stata confermata la presenza alla riunione del presidente dellaRegione Francesco Pigliaru che e' a Roma per altri impegniistituzionali. E' probabile che avra' incontri informali

(AGI) - Olbia, 23 set. - Si apre alle 18.30, al ministero delWelfare, il tavolo interministeriale dedicato alla vertenzadella compagnia aerea Meridiana, dopo l'annuncio del managementdi collocare in mobilita' gran parte della sua forza lavoro:1634 dipendenti sui 2100 in organico. Presenti al tavolopresieduto dai ministri del Lavoro, Giuliano Poletti e deiTrasporti, Maurizio Lupi, e gli assessori regionali deiTrasporti, Massimo Deiana, e del Lavoro Virginia Mura. Non e'stata confermata la presenza alla riunione del presidente dellaRegione Francesco Pigliaru che e' a Roma per altri impegniistituzionali. E' probabile che avra' incontri informali anchesulla vertenza Meridiana e non e' escluso che, all'ultimomomento, decida di sedere al tavolo con i ministri Lupi ePoletti. L'incontro si svolge in un clima reso pesantedall'intenzione ribadita dall'azienda di portare avanti leprocedure di mobilita'. Il presidente di Meridiana, MarcoRigotti, intervenendo al consiglio comunale straordinariosvoltosi ieri a Olbia, ha definito insostenibile la situazionedella compagnia aerea, chiudendo le porte alla proposta deisindacati di ottenere altri due anni di cassa integrazione.Rigotti ha parlato anche nelle vesti di rappresentantedell'Akfed, il fondo di investimenti che fa capo al principeismailita Karim Aga Khan e che detiene, di fatto, la proprieta'della compagnia. "L'azionista Akfed", ha affermato Rigotti, "hafatto e sta facendo degli sforzi straordinari per sostenere invita l'azienda, avendo investito 350 milioni di euro negliultimi quattro anni. Ma questi sforzi non sono interminabili eil futuro dell'azienda puo' essere assicurato solo attraversoil suo ritorno ad un'equilibrio economico". (AGI)