Meridiana: fallisce vertice Cagliari, nuovo incontro il 9 dicembre

(AGI) - Cagliari, 4 dic. - Non e' stato trovato ancora nessunaccordo tra l'azienda e i lavoratori Meridiana che questamattina si sono incontrati a Cagliari, alla presenzadell'assessore regionale ai Trasporti Massimo Deiana. Leposizioni delle parti sono rimaste distanti e tutto e' statorinviato al prossimo 9 dicembre in una nuova riunione che sidovrebbe svolgere a Olbia o a Cagliari. Il giorno successivo,anche se non e' ufficiale, si dovrebbe tenere l'incontro alministero del Lavoro definito decisivo per chiudere la vertenzaentro l'anno e poter usufruire al massimo degli ammortizzatorisociali. La societa dell'Aga Khan,

(AGI) - Cagliari, 4 dic. - Non e' stato trovato ancora nessunaccordo tra l'azienda e i lavoratori Meridiana che questamattina si sono incontrati a Cagliari, alla presenzadell'assessore regionale ai Trasporti Massimo Deiana. Leposizioni delle parti sono rimaste distanti e tutto e' statorinviato al prossimo 9 dicembre in una nuova riunione che sidovrebbe svolgere a Olbia o a Cagliari. Il giorno successivo,anche se non e' ufficiale, si dovrebbe tenere l'incontro alministero del Lavoro definito decisivo per chiudere la vertenzaentro l'anno e poter usufruire al massimo degli ammortizzatorisociali. La societa dell'Aga Khan, rappresentata oggi aCagliari dal direttore delle operazioni, Ivano Pipobello, e daquello del personale Paolo Carcone, e' rimasta ferma sulle sueposizioni che prevedono 1634 esuberi, 1478 della compagniaaerea e 156 di Meridiana Manteinance. I sindacati cherappresentano questi ultimi lavoratori hanno firmato nei giorniscorsi un verbale che, pur mantenendo ferme le posizioni didisaccordo, potrebbe servire da base per la trattativa finaleal ministero. Per quanto riguarda il personale di volo (260piloti e 900 assistenti) oggi non si e' giunti neanche aquesto. Le posizione tra Meridiana e Cgil, Cisl, Uil, Usb, Apme Ali, alla fine di una riunione durata circa tre ore e mezzo,sono rimaste distantissime. La compagnia a riproposto un pianodi interventi che, nel caso di accesso ai bandi della Regione,potrebbe consentire l'assorbimento di un numero non ancoradefinito di piloti e assistenti con il contratti dellacontrollata Air Italy i quali prevedono in media unadecurtazione del 38% dello stipendio dei primi e del 10% deisecondi. Sullo sfondo rimane la posizione di 600 assistenti divolo su 900 assunti in seguito alle cause di lavoro con icontratti trasformati da tempo indeterminato a tempodeterminato andando a ingrossare le fila degli esuberi. "Siamo disposti a trattare sul costo del lavoro ma non conuna pistola puntata alla testa. Per questo ribadiamo larichiesta di ritirare la procedura per gli esuberi", hasostenuto Sandro Spano, segretario dell'Apm associazione pilotiMeridiana. Duro attacco, invece, della Filt Cgil all'assessoreai Trasporti Massimo Deiana definito "da sempre portavoce diScaramella (l'ex ad della societa', ndr) e di Rigotti". Ilsindacato liquida la riunione di oggi come "inutile passerella"che e' servita solo "a soddisfare le smanie di protagonismo diqualcuno". La Regione - che nella vertenza ha solo un ruolo dimediazione - al termine della riunione che si e' svolta negliuffici dell'assessorato ai Trasporti ha annunciato l'imminentevaro dei bandi per favorire il traffico aereo internazionale dae per la Sardegna stanziando 65 milioni di euro in tre anni.Un'opportunita' per Meridiana, come per qualunque altracompagnia aerea che intende operare da e per la Sardegna, dipoter usufruire di importanti incentivi. "La Regione", haspiegato l'assessore Deiana ad azienda e sindacati, "stanziaspecificamente piu' di 40 milioni sino al 2017 per la nuovacontinuita' aerea 2 che favorira' lo start-up di nuovicollegamenti con destinazioni europee, nonche' altri 25milioni, tutti soggetti a bando con procedimenti aperti,trasparenti e non discriminatori e sempre per il prossimotriennio, per attivita' di co-marketing attraverso i voliinternazionali. Riteniamo che questo sia un contributoimportante e per nulla scontato che l'amministrazione regionalesta fornendo prima di tutto per garantire la mobilita' deisardi - ha concluso l'esponente della Giunta Pigliaru - e ciauguriamo inoltre che possa rappresentare un ulterioreincoraggiamento verso una soluzione meno gravosa possibile intermini di sacrificio dei posti di lavoro della vertenzaMeridiana". (AGI)Sol