Lingua blu: Sardegna, 2015 senza danni; spesi 2 mln in vaccini

(AGI) - Cagliari, 24 set. - Nel 2015, finora, la lingua blu nonha mietuto vittime nel grande patrimonio ovino della Sardegna.Secondo dati aggiornati al 23 settembre e diffusidall'assessorato regionale della Sanita', non risultano focolaine' capi malati. "Il rischio di malattia e' in costantediminuzione per gli allevamenti ovini della Sardegna, ma nonpossiamo ancora dire di aver vinto questa battaglia", chiariscel'assessore Luigi Arru, ricordando gli oltre 3 milioni divaccinazioni sugli ovini e le oltre 100mila sui bovini, costateuna spesa di due milioni di euro. La copertura immunitariaraggiunta e' pari all'80%. "Esistono aree

(AGI) - Cagliari, 24 set. - Nel 2015, finora, la lingua blu nonha mietuto vittime nel grande patrimonio ovino della Sardegna.Secondo dati aggiornati al 23 settembre e diffusidall'assessorato regionale della Sanita', non risultano focolaine' capi malati. "Il rischio di malattia e' in costantediminuzione per gli allevamenti ovini della Sardegna, ma nonpossiamo ancora dire di aver vinto questa battaglia", chiariscel'assessore Luigi Arru, ricordando gli oltre 3 milioni divaccinazioni sugli ovini e le oltre 100mila sui bovini, costateuna spesa di due milioni di euro. La copertura immunitariaraggiunta e' pari all'80%. "Esistono aree critiche dove non sie' ancora vaccinato". Lo scorso anno si erano registrati 5focolai e 13 capi ovini morti. Il 2013, invece, era statol'anno dell'ecatombe: 5.777 focolai e 113.769 animali uccisidal virus della febbre catarrale ovina. "I danni causatidall'epidemia sono costati alla Regione", ricorda Arru, "28milioni di euro. Nel 2014 e quest'anno abbiamo, di fatto,risparmiato 26 milioni che possono essere utilizzati per farfronte alle tante richieste di carattere sociale". (AGI)Red-Rob