Lavoro: progretto Ico, 9, 3 mln per 500 disoccupati over 29

(AGI) - Cagliari, 9 mar. - Nove milioni e trecentomila euro percinquecento disoccupati over 29. E' il programma Ico(Interventi coordinati per l'occupazione), una misura previstaall'interno del Programma regionale di sviluppo attivatadall'assessorato regionale al Lavoro con l'Insar e i centriservizi per il lavoro. Il bando prevede incentivi a sostegnodelle imprese che operano nei settori dell'Ict, agroalimentaree nautica. Nel dettaglio l'iniziativa mette a disposizionedelle imprese un bonus una tantum per l'assunzione di unlavoratore, ripartito in ottomila euro per i disoccupati dieta' inferiore ai 29 anni e diecimila per quelli oltre i 29

(AGI) - Cagliari, 9 mar. - Nove milioni e trecentomila euro percinquecento disoccupati over 29. E' il programma Ico(Interventi coordinati per l'occupazione), una misura previstaall'interno del Programma regionale di sviluppo attivatadall'assessorato regionale al Lavoro con l'Insar e i centriservizi per il lavoro. Il bando prevede incentivi a sostegnodelle imprese che operano nei settori dell'Ict, agroalimentaree nautica. Nel dettaglio l'iniziativa mette a disposizionedelle imprese un bonus una tantum per l'assunzione di unlavoratore, ripartito in ottomila euro per i disoccupati dieta' inferiore ai 29 anni e diecimila per quelli oltre i 29anni. Il budget totale a disposizione per i bonus ai lavoratoriammonta a cinque milioni, il 54 per cento dell'interostanziamento. Le aziende potranno anche ricevere cinquecentoeuro per l'inserimento di ciascun lavoratore in un percorsoformativo da uno a sei mesi, per un totale di budget di unmilione e ottocentomila euro (il 19 per cento dellostanziamento totale). Durante il periodo formativo anche ilavoratori riceveranno un sussidio, di cinquecento euro, per untotale di un milione e cinquecentomila euro di budget messo adisposizione dall'assessorato. Disponibile anche un milione dieuro destinato all'auto impiego. La particolarita' del bando Ico e' legata al nuovo modellomesso in campo dall'assessorato: non piu' incentivi a vuoto egenerici, ma l'obiettivo e' incrociare domanda e offerta dilavoro. La prima fase del bando infatti si e' chiusa il 12febbraio scorso con la ricerca delle aziende potenzialidestinatarie degli incentivi, gli operatori del progetto hannodialogato con le imprese iscritte al Sil (Sistema informativodel lavoro) per capire di quali e quante figure professionaliavesse bisogno ciascuna di esse. I soggetti imprenditorialiindividuati in questa fase sono 283, 112 per il settore ict,148 per l'agroalimentare e 23 per la nautica. Le richiestemaggiori sono arrivate dalle aziende della Provincia diCagliari, 114, segue Nuoro con 46 e Sassari con 38. Leassunzioni previste riguarderanno per il 53 per cento l'ict,per il 39 per cento l'agroalimentare e per l'8 per cento lanautica. Dopo la fase di "matching" delle aziende, il progettoprevede l'attivita' di "profiling" che consente ai destinatariche hanno inserito il proprio curriculum nel sistema di essereassociati alle imprese richiedenti. Il processo e' seguito daun tutor del Csl e dagli operatori dell'Insar. Una voltaindividuate aziende e lavoratori si procede all'avvio delpercorso formativo e all'eventuale assunzione. (AGI)