La Maddalena: appello Comitato a Mattarella e parlamentari sardi

(AGI) - Cagliari, 17 mar. - Un appello al Presidente dellaRepubblica Sergio Mattarella e ai parlamentari sardi e' statorivolto dal Comitato "Risarcire La Maddalena" perche' siinteressino della campagna portata avanti per ottenere i dannidel mancato G8 nell'isola. L'associazione, che vede insiemeItalia Nostra, ProNatura e singole personalita', chiede aglieletti in Sardegna un appoggio "visibile e motivato" a sostegnodella campagna, che conta mille adesioni, contro i responsabilidel danno economico e ambientale provocato dal mancato summittra i "Grandi della Terra". Nella lettera a Matarella, ilComitato ricorda che "il governo ha prima illuso la

(AGI) - Cagliari, 17 mar. - Un appello al Presidente dellaRepubblica Sergio Mattarella e ai parlamentari sardi e' statorivolto dal Comitato "Risarcire La Maddalena" perche' siinteressino della campagna portata avanti per ottenere i dannidel mancato G8 nell'isola. L'associazione, che vede insiemeItalia Nostra, ProNatura e singole personalita', chiede aglieletti in Sardegna un appoggio "visibile e motivato" a sostegnodella campagna, che conta mille adesioni, contro i responsabilidel danno economico e ambientale provocato dal mancato summittra i "Grandi della Terra". Nella lettera a Matarella, ilComitato ricorda che "il governo ha prima illuso la cittadinadi La Maddalena con la promessa di uno sviluppo turisticodell'isola e poi, dopo aver creato un danno ambientale,economico e sociale incalcolabile, e' scappato lasciandomacerie". La promessa di rilancio e' franata miserevolmente -si legge nella lettera - e la popolazione e' stata lasciata apagare lo scotto delle "spudorata retromarcia" del governo. Adoggi - lamenta il comitato "Risarcire La Maddalena" - salvoalcuni interventi "spot", niente e' stato fatto: il Mitacenter, l'ospedale militare e tutti gli altri edifici versanoin uno stato di totale abbandono mentre l'area a mare attendele bonifiche. I rappresentanti del comitato chiedono di essere ricevutidal Capo dello Stato e accusano i parlamentari "nominati" alleultime elezioni di "aver dimenticato le richieste, lerivendicazioni e i diritti del popolo allo stremo". (AGI)