Immigrati: Pigliaru a Bruxelles, problema urgente da governare

(AGI) - Cagliari, 4 giu. - E' necessaria una "lobby virtuosa"per convincere tutta l'Europa che il problema dei migranti vagovernato con urgenza. E' la posizione espressa dal Presidentedella Regione Francesco Pigliaru a Bruxelles. Alla sedutaplenaria del Comitato delle Regioni, nell'aula del Parlamentoeuropeo, nella quale era impegnato il governatore hapartecipato anche il commissario europeo Jean-Claude Juncker.Tema portante della sessione era quello dei migranti, su cui ilComitato delle Regioni lavora a una risoluzione che sara'portata "La posizione della Commissione europea riportata inaula dal Commissario fa registrare una conferma significativa",sottolinea Francesco Pigliaru

(AGI) - Cagliari, 4 giu. - E' necessaria una "lobby virtuosa"per convincere tutta l'Europa che il problema dei migranti vagovernato con urgenza. E' la posizione espressa dal Presidentedella Regione Francesco Pigliaru a Bruxelles. Alla sedutaplenaria del Comitato delle Regioni, nell'aula del Parlamentoeuropeo, nella quale era impegnato il governatore hapartecipato anche il commissario europeo Jean-Claude Juncker.Tema portante della sessione era quello dei migranti, su cui ilComitato delle Regioni lavora a una risoluzione che sara'portata "La posizione della Commissione europea riportata inaula dal Commissario fa registrare una conferma significativa",sottolinea Francesco Pigliaru commentando le dichiarazioni diJean-Claude Juncker, che ricordando come il piccolo Libanoabbia ricevuto due milioni di migranti ha detto che "non e'accettabile un'Europa chiusa e senza cuore, l'Europa deve farela sua parte. Proprio ieri nella discussione ho evidenziatocome sia necessaria una lobby virtuosa per convincere tuttal'Europa che siamo davanti a un tema importantissimo e che e'urgente governare", spiega Francesco Pigliaru. "Non si puo'andare avanti cosi'. Servono una politica chiara e unmeccanismo di redistribuzione, cosi come e' necessariodisegnare percorsi di inclusione ben definiti. Per questo e'particolarmente importante che la Commissione europea e il CdR,che rappresenta la voce dei territori, ne discutano insieme elavorino ad azioni congiunte. Non a caso la Risoluzione in cuisiamo impegnati si intitola 'Un approccio sostenibile dell'UEin materia di migrazione'. E gli emendamenti che proponiamo aldocumento vanno nella direzione della solidarieta': nonscaricare tutti i costi dell'accoglienza dell'emergenza, chesono alti, su enti locali e Regioni". (AGI)