Farmaci: convegno Cagliari equivalenti, per marca +25 mln nel 2014

(AGI) - Cagliari, 23 giu. - Il 22,9% della popolazione inSardegna e' affetta da almeno due malattie croniche, il 42,1%ne ha almeno una e la quota di over 65 e' passata dal 16,1% del2002 al 21,6 del 2015. La spesa sanitaria corrente dellaregione e' passata da 2,2 miliardi di euro nel 2002 a quasi 3,2nel 2013 e 26,5 milioni di euro e' il costo sostenuto nel 2014dai sardi per coprire la differenza tra il farmaco equivalentee quello di marca. E' quanto emerso nel convegno che si e'svolto a Cagliari sul tema "I

(AGI) - Cagliari, 23 giu. - Il 22,9% della popolazione inSardegna e' affetta da almeno due malattie croniche, il 42,1%ne ha almeno una e la quota di over 65 e' passata dal 16,1% del2002 al 21,6 del 2015. La spesa sanitaria corrente dellaregione e' passata da 2,2 miliardi di euro nel 2002 a quasi 3,2nel 2013 e 26,5 milioni di euro e' il costo sostenuto nel 2014dai sardi per coprire la differenza tra il farmaco equivalentee quello di marca. E' quanto emerso nel convegno che si e'svolto a Cagliari sul tema "I farmaci equivalenti tra tuteladella salute pubblica e razionalizzazione della spesa sanitariain Sardegna", organizzato dall'agenda farmaceutica Mylansecondo la quale il sistema sanitario sardo sopporta un costoaggiuntivo "non giustificato da significativi vantaggi intermini di sicurezza ed efficacia". All'iniziativa, promossadalla rivista specialistica AboutPharma, con il patrocinio diAssoGenerici, hanno partecipato esperti regionali e nazionalitra medici, farmacisti, farmacoeconomisti, istituzioni locali,associazioni di pazienti e consumatori, che hanno messo inevidenza "l'importanza del farmaco equivalente per coniugareappropriatezza delle cure e sostenibilita' della spesa,soprattutto in relazione alle fasce piu' deboli dellapopolazione, ad esempio gli anziani interessati da piu' di unapatologia cronica e con ridotte capacita' di spesa". La Sardegna - e' stato evidenziato - e' una regione nella qualel'utilizzo dei farmaci equivalenti e' meno diffuso che altroveed infatti, confrontando le diverse regioni italiane riguardoal consumo di farmaci equivalenti sul totale dei farmacidispensati durante il 2014, l'isola e' al 12° posto sia intermini di confezioni dispensate (22,9%), sia in termini dispesa (15,1%), al di sotto della media italiana (25,4% intermini di confezioni; 16,5% in termini di spesa). In Sardegna nel corso del 2014 il consumo di farmaciequivalenti e' cresciuto del 8%, con un conseguente calo dellaspesa dell'1,8%. (AGI)Sol

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it