Comunali: Sardegna, 167 Comuni al voto tra attentati e inchieste

(AGI) - Cagliari, 30 mag. - La Sardegna arriva all'appuntamentocon le elezioni amministrative di domenica tra inchieste eattentati. Nella tornata del 31 maggio sono 167 i centri dovesi andra' alle urne (il 44% dei Comuni sardi), tra questiquattro con popolazione superiore ai 15mila abitanti (QuartuSant'Elena e Sestu in provincia di Cagliari, Porto Torres inprovincia di Sassari e Nuoro) dove il sindaco sara' eletto conil sistema maggioritario a doppio turno che prevede ilballottaggio, fissato per il 14 giugno. Sono 466mila glielettori chiamati al alle urn e si puo' votare nella solagiornata

(AGI) - Cagliari, 30 mag. - La Sardegna arriva all'appuntamentocon le elezioni amministrative di domenica tra inchieste eattentati. Nella tornata del 31 maggio sono 167 i centri dovesi andra' alle urne (il 44% dei Comuni sardi), tra questiquattro con popolazione superiore ai 15mila abitanti (QuartuSant'Elena e Sestu in provincia di Cagliari, Porto Torres inprovincia di Sassari e Nuoro) dove il sindaco sara' eletto conil sistema maggioritario a doppio turno che prevede ilballottaggio, fissato per il 14 giugno. Sono 466mila glielettori chiamati al alle urn e si puo' votare nella solagiornata di domenica dalle 7 alle 23. Lo spoglio comincera'subito dopo la chiusura dei seggi. A rinnovare i proprirappresentanti saranno anche due Comuni capoluogo delleprovince commissariate di Olbia-Tempio e Medio Campidano:Tempio Pausania e Sanluri. Si sarebbe dovuto votare anche inaltri due centri, Austis (Nu) e Anela (Ss), ma nessuna lista e'stata depositata e pertanto saranno commissariati. Tra icandidati di spicco di questa tornata elettorale sarda, ilsottosegretario alla Cultura del Pd, Francesca Barracciu,candidata come consigliere comunale nel suo paese natale,Sorgono (Nuoro), mentre a Sadali, sempre nel Nuorese, e' ladeputata Romina Mura (Pd) a tentare la riconferma come primocittadino. Sullo sfondo delle elezioni comunali nell'isola arresti disindaci e assessori per presunti appalti irregolari e episododi violenza. Gli scandali hanno fatto registrare un'escalation,con l'inchiesta, partita da Oristano, sul giro di gare pilotateche ha fatto finire in carcere cinque sindaci, due vice ediversi altri amministratori comunali e tecnici. La campagnaelettorale e' stata poi caratterizzata da atti intimidatori chehanno colpito primi cittadini e consiglieri, come la bombadavanti all'ufficio protocollo del Comune di Quartu, i colpi diarma da fuoco contro la finestra del sindaco di Arzana, gliattentati incendiari a Carbonia, Iglesias, Sadali, Desulo eSiniscola. (AGI)Ca6/Sol