Clima: via libera Comitato Regioni Ue a Parere Pigliaru

(AGI) - Cagliari, 12 ott. - Via libera, questa mattina a Bruxelles, nell'aula de...

(AGI) - Cagliari, 12 ott. - Via libera, questa mattina a Bruxelles, nell'aula della Plenaria del Comitato europeo delle Regioni, al Parere a firma di Francesco Pigliaru che rappresentera' le regioni e le citta' d'Europa alla Conferenza mondiale sul clima prevista a Marrakesh a novembre. Il documento, che il presidente della Regione presenta nel suo ruolo di presidente della Commissione ENVE (Environment, Climate Change and Energy) del Comitato delle regioni, e' incentrato sull'attuazione dell'Accordo di Parigi ratificato da 72 Paesi, e rappresenta l'approccio territoriale alla lotta ai cambiamenti climatici. "Chiedo al Comitato di sostenere con forza e coesione una strategia per l'attuazione dell'accordo globale sul clima - ha detto Francesco Pigliaru in apertura del suo intervento in aula -, affinche' regioni e citta' europee possano agire concretamente per la transizione verso un'economia a basso contenuto di carbonio. Grazie alla rapidita' con cui l'UE e' riuscita a raggiungere tale decisione, l'Accordo sara' operativo e vincolante in tempo per la conferenxa sul clima 'COP22' di Marrakesh, prevista nell'ambito della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. In quell'occasione l'Unione Europea partecipera' da protagonista e il Comitato delle Regioni costituira' una parte rilevante della sua delegazione". Il presidente Pigliaru, che nel suo intervento in aula ha fatto riferimento alla realta' della Sardegna, ha sottolineato come il fatto di "integrare la questione climatica nelle politiche territoriali permettera' alle popolazioni locali di beneficiare di una migliore qualita' della vita, creando opportunita' di crescita economica e sociale anche in aree non centrali. "Questo e' il momento della concretezza", ha spiegato Francesco Pigliaru. "Il 70% di cio' che si puo' fare nella lotta ai cambiamenti climatici lo fanno i territori ed e' fondamentale che siano coinvolti, che possano portare il loro punto di vista nei tavoli dove si decide e che abbiano accesso alle risorse. La ratifica del ruolo cruciale delle citta' e delle regioni da parte della UE e' stata il passaggio chiave in questo processo e lo si deve proprio al grande lavoro portato avanti dal Comitato delle Regioni. Siamo davanti a una sfida concreta e decisiva - ha spiegato Francesco Pigliaru-, e per vincerla dobbiamo capirne tutti l'importanza." Per la presentazione del Parere il presidente Pigliaru e' stato accompagnato dall'assessore della Difesa dell'Ambiente Donatella Spano. (AGI)
Red/Sol