Arte: prima volta Caravaggio in Sardegna, Medusa Murtola a Sassari

(AGI) - Sassari, 25 giu. - Per la prima volta la Sardegnaospita un'opera di Caravaggio. La "Medusa Murtola" del 1597sara' esposta da domani al 30 ottobre nella sala Duce diPalazzo Ducale, a Sassari, insieme ad altri 29 dipinti dicaravaggeschi provenienti da tutto il mondo, in una mostracurata da Vittorio Sgarbi. L'esposizione e' stata presentatastasera da Sgarbi e dal co-curatore Antonio D'Amico in unapreview riservata alla stampa. Molte delle opere sono esposteper la prima volta e la mostra presenta inediti assoluti tracui il quadro che chiude il percorso, un San Gavino di

(AGI) - Sassari, 25 giu. - Per la prima volta la Sardegnaospita un'opera di Caravaggio. La "Medusa Murtola" del 1597sara' esposta da domani al 30 ottobre nella sala Duce diPalazzo Ducale, a Sassari, insieme ad altri 29 dipinti dicaravaggeschi provenienti da tutto il mondo, in una mostracurata da Vittorio Sgarbi. L'esposizione e' stata presentatastasera da Sgarbi e dal co-curatore Antonio D'Amico in unapreview riservata alla stampa. Molte delle opere sono esposteper la prima volta e la mostra presenta inediti assoluti tracui il quadro che chiude il percorso, un San Gavino di MattiaPreti, proveniente dalla chiesa delle Monache Cappuccine dellastessa citta' di Sassari, per la prima volta recuperata e inattesa di restauro. Tra i pittori in mostra Ribera, Vaccaro,Caracciolo, Serodine, Ter Brugghen oltre al pezzo forte, laMedusa Murtola del 1597, prima delle due Meduse dipinte daCaravaggio e prima opera firmata dall'artista, molto similealla Medusa conservata agli Uffizi di Firenze. Il quadro,proveniente da una collezione privata, e' conservato in unateca climatizzata. Alcune delle opere esposte sono state datatee attribuite proprio in occasione della mostra sassarese, tracui un probabile dipinto di Giovanni Vermiglio, "Incredulita'di San Tommaso" del 1610 circa. La mostra e' costata circa 300mila euro, di cui trentamila spesi dal Comune. "Quella di oggie' una giornata straordinaria - ha detto alla presentazionel'assessore regionale Francesco Morandi - perche' questa e' unavera e propria impresa culturale: non si vive di sola culturama di cultura si puo' anche vivere", ha concluso l'assessore,auspicando per Sassari un ruolo di "citta' della cultura chepuo' e deve rivendicare anche grazie a grandi appuntamenti comequesta". (AGI)Ss1/SolSs1/Sol

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it