Sicurezza: carabinieri arrestano nel Brindisino latitante Notaro

(AGI) - Brindisi, 1 dic. - Arrestato dai carabinieri SergioNotaro, ritenuto dagli investigatori a capo dell'omonimo clanradicato a Squinzano (Lecce) e presunto affiliato al clan DeTommasi della Sacra Corona Unita, che era sfuggito alla cattural'11 novembre scorso nell'operazione "Vortice - Deja' vu" concui i carabinieri del comando provinciale di Lecce e del Roseseguirono numerose ordinanze di custodia cautelare in carcereper associazione mafiosa, traffico internazionale distupefacenti, estorsione, usura, abusivo eserciziodell'attivita' finanziaria. Notaro in quell'occasione erascappato attraverso il tetto della sua abitazione, raggiungendola vicina linea ferroviaria e da li' facendo perdere

(AGI) - Brindisi, 1 dic. - Arrestato dai carabinieri SergioNotaro, ritenuto dagli investigatori a capo dell'omonimo clanradicato a Squinzano (Lecce) e presunto affiliato al clan DeTommasi della Sacra Corona Unita, che era sfuggito alla cattural'11 novembre scorso nell'operazione "Vortice - Deja' vu" concui i carabinieri del comando provinciale di Lecce e del Roseseguirono numerose ordinanze di custodia cautelare in carcereper associazione mafiosa, traffico internazionale distupefacenti, estorsione, usura, abusivo eserciziodell'attivita' finanziaria. Notaro in quell'occasione erascappato attraverso il tetto della sua abitazione, raggiungendola vicina linea ferroviaria e da li' facendo perdere le proprietracce. Il ricercato e' stato pero' individuato in una villettadi Cellino San Marco, nel Brindisino, dove i carabinieri lohanno bloccato nel primo pomeriggio di oggi dopo tre settimanedi ricerche. E non avendo vie di fuga, l'uomo si e' consegnatoai militari senza opporre resistenza. Notaro e' stato quinditrasferito nel carcere leccese di Borgo San Nicola in attesadell'interrogatorio di garanzia del gip Carlo Cazzella. Dellacattura sono stati informati i pm della Direzione distrettualeantimafia di Lecce, Giuseppe Capoccia e Guglielmo Cataldi.(AGI)Le2/Vic