Rilancio ex Miroglio:ripresi da nuova azienda primi 25 lavoratori

(AGI) - Taranto 6 set. - Prosegue il percorso di reindustrializzazione dell'ex c...

(AGI) - Taranto 6 set. - Prosegue il percorso di reindustrializzazione dell'ex complesso tessile Miroglio a Ginosa (Taranto) da parte della nuova societa' Logistic&Trade, ma ci sono alcuni ritardi dovuti, a quanto pare, alla mancata erogazione della seconda trance di finanziamenti del bando Pia sul quale, pero', l'agenzia Puglia Sviluppo avrebbe fornito rassicurazioni.
E' quanto emerso dall'incontro tenutosi nella sede di Confindustria Taranto. La Logistic&Trade ha sede a Castellaneta (Taranto) e si occupa del riutilizzo di materie plastiche e di imballaggio. La societa' finora riassorbito 25 ex operai tessili di Miroglio e, secondo il piano presentato, ne ricollochera' altri 25 piu' altri 42 quando l'intero progetto di riutilizzo dell'impianto verra' completato.
Nell'incontro in Confindustria Taranto, l'azienda ha dichiarato di aver portato a compimento l'installazione di tutti i macchinari previsti dal primo step del piano industriale che ha impegnato circa meta' dello stabilimento assieme ai lavori di adeguamento degli impianti ed il montaggio dell'innovativo macchinario dedicato alla selezione e al recupero della plastica, nonostante non sia stata ancora erogata la seconda trance dei finanziamenti pubblici del bando regionale Pia. Una situazione che ha costretto l'azienda a chiedere una proroga di alcune settimane rispetto ai termini contrattuali e in merito alla quale sono giunte rassicurazioni da parte di Puglia Sviluppo.
L&T ha inoltre comunicato che avrebbe dato corso da oggi ai colloqui individuali per il completamento dell'organico. In settimana saranno espletate tutte le formalita' per poter avviare i collaudi. La fase successiva prevedera' l'inizio dei lavori di riconversione della seconda parte del capannone, gia' concessa in comodato d'uso dal Comune di Ginosa. L'ultimazione del progetto portera' alla ricollocazione di ulteriori 42 unita' lavorative e alla realizzazione di un sistema unico in Italia che consentira' il recupero e la trasformazione in prodotto finito della plastica proveniente dalla raccolta differenziata. (AGI)
Ta1/Bru