Omicidio Trani: resta in carcere il 19enne indagato

(AGI) - Trani, 6 ott. - Gianluca Napoletano, il 19enne tranesefinito in carcere i1 1 ottobre scorso per l'omicidio di BiagioZanni, rimane in carcere. Il gip del Tribunale di Trani,Rossella Volpe, ha rigettato la richiesta di domiciliariavanzata dal suo legale al termine dell'interrogatorio digaranzia avvenuto venerdi' scorso. Gia' il sostitutoprocuratore Marcello Catalano, che coordina le indagini, avevaespresso parere negativo all'attenuazione della misuracautelare dal carcere ai domiciliari per il giovane, indagatoper rissa aggravata e concorso (anomalo) in omicidio: BiagioZanni, 34 anni di Trani, era rimasto ferito con due coltellateall'addome la

(AGI) - Trani, 6 ott. - Gianluca Napoletano, il 19enne tranesefinito in carcere i1 1 ottobre scorso per l'omicidio di BiagioZanni, rimane in carcere. Il gip del Tribunale di Trani,Rossella Volpe, ha rigettato la richiesta di domiciliariavanzata dal suo legale al termine dell'interrogatorio digaranzia avvenuto venerdi' scorso. Gia' il sostitutoprocuratore Marcello Catalano, che coordina le indagini, avevaespresso parere negativo all'attenuazione della misuracautelare dal carcere ai domiciliari per il giovane, indagatoper rissa aggravata e concorso (anomalo) in omicidio: BiagioZanni, 34 anni di Trani, era rimasto ferito con due coltellateall'addome la notte tra il 19 e il 20 settembre scorso, altermine di una lite tra due gruppi di giovani sul porto dellacitta'. Il difensore di Napoletano ha intanto presentatoistanza di annullamento al Tribunale del Riesame. Rimangono,invece, in comunita' gli altri due presunti responsabili delgrave fatto di sangue, due fratelli di 15 e 17 anni cherispondono degli stessi reati dell'amico maggiorenne.(AGI)bt1/Tib