Mafia: ricercato Sacra Corona Unita estradato in Italia

(AGI) - Lecce, 5 giu. - E' stato estradato dall'Ungheria, ed e'arrivato ieri sera a Roma dove e' stato rinchiuso in carcere,il presunto capoclan di una cosca mafiosa di Squinzano (Le)appartenente alla frangia leccese dell'organizzazione mafiosaSacra Corona Unita. Si tratta di Antonio Pellegrino, di 40anni, ritenuto responsabile di numerosi reati che vannodall'associazione di tipo mafioso a reati contro la pubblicaamministrazione ed altro. L'uomo, latitante, era statoarrestato lo scorso 25 maggio, al posto di frontiera di Nagylak(Ungheria), mentre tentava di recarsi in Romania, nel corso diun'operazione congiunta della polizia ungherese, del

(AGI) - Lecce, 5 giu. - E' stato estradato dall'Ungheria, ed e'arrivato ieri sera a Roma dove e' stato rinchiuso in carcere,il presunto capoclan di una cosca mafiosa di Squinzano (Le)appartenente alla frangia leccese dell'organizzazione mafiosaSacra Corona Unita. Si tratta di Antonio Pellegrino, di 40anni, ritenuto responsabile di numerosi reati che vannodall'associazione di tipo mafioso a reati contro la pubblicaamministrazione ed altro. L'uomo, latitante, era statoarrestato lo scorso 25 maggio, al posto di frontiera di Nagylak(Ungheria), mentre tentava di recarsi in Romania, nel corso diun'operazione congiunta della polizia ungherese, del R.O.S. edel Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia delMinistero dell'Interno, poiche' ricercato nell'ambitodell'indagine "Vortice deja' vu'" condotta dai militari delR.O.S. e dal Comando Provinciale Carabinieri di Lecce.(AGI) Le2/Tib