Salone Libro: Gariglio(Pd), deve restare a Torino

(AGI) - Torino, 19 lug. - "All'assessore Parigi, che ha chiesto se c'e' futuro p...

(AGI) - Torino, 19 lug. - "All'assessore Parigi, che ha chiesto se c'e' futuro per il Salone di Torino, il gruppo Pd risponde in modo netto che deve esserci un futuro, e' impossibile pensare di perdere una manifestazione che qui e' nata e qui deve restare, che e' identitaria di Torino e del suo sistema culturale. Parigi ha ricordato la straordinaria capacita' di questa citta' di creare eventi, purtroppo ha avuto negli anni anche quella di perderli, spesso a favore di Milano, piu' attrattiva economicamente". Lo ha detto il presidente del Gruppo Pd in Consiglio regionale Davide Gariglio intervenendo in aula durante il dibattito sul Salone del libro. Gariglio ha anche espresso apprezzamento per "gli sforzi della Giunta a tenere aperto un dialogo con la nuova amministrazione comunale, con cui, come ha anche detto il presidente Chiamparino, si continuera' a collaborare per difendere un asse importante per tutto il territorio. Ora lo sforzo dovra' essere quello di provare a rilanciare rispetto a Milano innovando, noi partiamo avvantaggiati perche' il Salone di Torino e' gia' un prodotto di successo, ma che possiamo e dobbiamo ancora migliorare".
"Parliamo di uno dei presidi culturali piu' importanti per la nostra regione, la situazione e' difficile ma non disperata - ha precisato il presidente della Commissione Cultura Daniele Valle - il nostro competitor e' forte, ma non dimentichiamo che noi abbiamo costruito intorno al Salone un sistema solido, che in tanti anni ha visto la collaborazione tra Regione, Provincia e Comune e che oggi pu� contare sul sostegno di due ministeri (Attivita' culturali e Istruzione) e del sistema bancario, non solo, della banca di sistema del nostro Paese".(AGI)
Chc