Ucraina: Cna Marche, costa sanzioni a 77, 3 mln. in I trim

(AGI) - Pesaro, 11 giu. - E' di poco superiore ai 77,3 milioniil calo dell'export delle aziende marchigiane verso la Russianel periodo gennaio-marzo di quest'anno, con una variazionenegativa del 42,3%. Secondo il presidente di Cna Marche, che haelaborato i dati diffusi dall'Istat, "le sanzioni alla Russiastanno penalizzando fortemente l'export del sistema moda e, inparticolare, del distretto calzaturiero (-38,4%) e dei benistrumentali (-71,3%)". L'auspicio di Gino sabatini e' che "lesanzioni siano riviste, perche' non e' solo il 'made in Italy'tradizionale a risentirne, ma anche la parte piu' avanzatatecnologicamente della manifattura marchigiana,

(AGI) - Pesaro, 11 giu. - E' di poco superiore ai 77,3 milioniil calo dell'export delle aziende marchigiane verso la Russianel periodo gennaio-marzo di quest'anno, con una variazionenegativa del 42,3%. Secondo il presidente di Cna Marche, che haelaborato i dati diffusi dall'Istat, "le sanzioni alla Russiastanno penalizzando fortemente l'export del sistema moda e, inparticolare, del distretto calzaturiero (-38,4%) e dei benistrumentali (-71,3%)". L'auspicio di Gino sabatini e' che "lesanzioni siano riviste, perche' non e' solo il 'made in Italy'tradizionale a risentirne, ma anche la parte piu' avanzatatecnologicamente della manifattura marchigiana, quella cheprogetta e realizza macchine utensili". "In generale - haconcluso il presidente di Cna Marche - e' tutta la produzionedi meccanica delle Marche risente particolarmente dellesanzioni, comprese le produzioni di elettrodomestici e dellalavorazione dei metalli e di altri prodotti in metallo". (AGI)Pu1/Sep