Terremoto: zia di Giulia infortunata ma vicino bara bianca

(AGI) - Ascoli Piceno, 27 ago. - Infortunata e con una gamba fasciata la zia di ...

(AGI) - Ascoli Piceno, 27 ago. - Infortunata e con una gamba fasciata la zia di Giulia, la ragazzina morta nel terremoto di mercoledi' e sorella della piccola Giorgia che invece e' sopravvissuta, ha voluto assistere al funerale e presidia da vicino la bara bianca sistemata in seconda fila al centro della palestra di Ascoli dove alle 11.30 si celebreranno le esequie di tutte le vittime marchigiana del sisma. La donna,con le spalle all'altare, e una gamba tenuta stesa a rialzata su una sedia, guarda la foto della nipote in maniera sofferente ma composta. Molte persone attorno a lei, amici parenti personale sanitario la confortano e la assistono. Nella grande palestra di Monticelli, ubicata proprio davanti l'obitorio dell'Ospedale cresce la commozione dei sopravvissuti al sisma presenti e di tutti i familiari che devono dare l' ultimo saluto al loro cari. Sul parquet si contano 35 bare. Appartengono ai marchigiani morti ad Arquata del Tronto e nelle frazioni di Pescara e Capodacqua. Intanto la sala comincia a riempirsi di persone. Le prove del coro fanno da sottofondo al momento di attesa. Il rito funebre alle presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella sara' celebrato dal vescovo di Ascoli, monsignor Giovanni D'Ercole.(AGI)
Ap1/Bru