Ragazzo di Fermo morto in Spagna a marzo, atti a procura Roma

(AGI) - Ascoli Piceno 26 lug. - E' giunta a Roma dalla Spagna la documentazione ...

(AGI) - Ascoli Piceno 26 lug. - E' giunta a Roma dalla Spagna la documentazione che contiene gli accertamenti tossicologici sul corpo di Giacomo Nicolai, lo studente Erasmus di 24 anni originario di Fermo, nelle Marche, trovato morto il 21 marzo scorso nella sua abitazione di Valencia, ucciso da tre coltellate al petto. Lo riferiscono fonti legali della famiglia del ragazzo. Gli esami furono effettuati in Spagna dopo la prima autopsia sul corpo del 24enne, che viveva nella citta' spagnola con altre persone. Ora sono stati consegnati alla procura di Roma, che sta proseguendo l'indagine sul caso. La polizia spagnola, in un primo momento aveva chiuso rapidamente le indagini sulla morte di Nicolai sostenendo che si trattasse di un suicidio. Poi l'inchiesta era stata riaperta in Italia su richiesta della famiglia del giovane, che aveva sollecitata in questa direzione la magistratura fermana e poi per competenza, quella di Roma. Nella Capitale si sono tenuti successivamente anche alcuni incontri tra gli inquirenti italiani e quelli spagnoli. "Una volta accertato il deposito di questi esami tossicologici - dice il legale dei Nicolai - chiederemo una consulenza al pubblico ministero romano che si occupa del caso". Giacomo Nicolai era figlio di due stimati professionisti di Fermo.(AGI)
Ap1/Mav