Prysmian Ascoli: raccolta firme inviata a Governo

(AGI) - Ascoli Piceno 12 mar. - "Una raccolta firme,sottoscritta dalle Rsu, dai lavoratori della Prysmian di Ascolie dai sindacati Usb, Ugl, Cisl e Uil, e' stata inviata alGoverno Renzi, a Roma per chiedere di non procedereall'assegnazione dei contributi previsti per l'azienda milanesedi cavi e sistemi, se la stessa non si impegnera' a mantenereaperto e produttivo lo stabilimento ascolano". Lo annunciano isindacati. "Il Governo deve riflettere bene sulla questione -dicono i rappresentanti dei lavoratori della fabbrica -valutando l'opportunita' di finanziamenti ed incentivi ad ungruppo industriale che vorrebbe chiudere il suo

(AGI) - Ascoli Piceno 12 mar. - "Una raccolta firme,sottoscritta dalle Rsu, dai lavoratori della Prysmian di Ascolie dai sindacati Usb, Ugl, Cisl e Uil, e' stata inviata alGoverno Renzi, a Roma per chiedere di non procedereall'assegnazione dei contributi previsti per l'azienda milanesedi cavi e sistemi, se la stessa non si impegnera' a mantenereaperto e produttivo lo stabilimento ascolano". Lo annunciano isindacati. "Il Governo deve riflettere bene sulla questione -dicono i rappresentanti dei lavoratori della fabbrica -valutando l'opportunita' di finanziamenti ed incentivi ad ungruppo industriale che vorrebbe chiudere il suo sito di Ascoli,mettendo a rischio altri 113 posti di lavoro oltre ad altri 200nell'indotto, e creando un ulteriore falla nel sistemaeconomico e nell'occupazione sul territorio piceno, gia'gravato da pesanti tagli al lavoro e ai redditi di migliaia dipersone." I sindacati Usb, Ugl, Cisl e Uil tornano a chiederealle istituzioni locali di impegnarsi affinche' venga subitoconvocato un tavolo al Ministero dello sviluppo economico chediscuta della questione dello stabilimento Prysmian marchigianocon tutte le parti in causa. (AGI)Ap1/Sep