P. A.: Cisl Marche, mobilitazioni davanti a prefetture

(AGI) - Pesaro, 1 lug. - La Cisl Marche ha annunciato oggi unamobilitazione generale degli iscritti al pubblico impiegodavanti alle cinque prefetture della regione per lunedi'prossimo, 7 luglio. Il sindacato vuolke denunciare in questomodo i provvedimenti governativi sulla pubblicaamministrazione, che, nelle Marche, rischiano di coinvolgere,con varie modalita', parte dei 40 mila dipendenti pubblici, dicui 17 mila nella sanita', esclusa la dirigenza medica, 14 milanelle autonomie locali e 5.500 negli enti centralizzati. Sottola lente di in gradimento della Cisl marchigiana ci sono, adesempio, i 400 lavoratori delle camere di commercio, il

(AGI) - Pesaro, 1 lug. - La Cisl Marche ha annunciato oggi unamobilitazione generale degli iscritti al pubblico impiegodavanti alle cinque prefetture della regione per lunedi'prossimo, 7 luglio. Il sindacato vuolke denunciare in questomodo i provvedimenti governativi sulla pubblicaamministrazione, che, nelle Marche, rischiano di coinvolgere,con varie modalita', parte dei 40 mila dipendenti pubblici, dicui 17 mila nella sanita', esclusa la dirigenza medica, 14 milanelle autonomie locali e 5.500 negli enti centralizzati. Sottola lente di in gradimento della Cisl marchigiana ci sono, adesempio, i 400 lavoratori delle camere di commercio, il cuifuturo e' a rischio dopo il previsto dimezzamento del dirittoannuale di iscrizione. E altre nubi si addensano sui lavoratidelle Province,che entro settembre si costituiranno come nuoviorganismi politici di secondo grado, ma "senza conoscere oveallocare funzioni, competenze e risorse economiche dellefunzioni che non saranno piu' svolte". Nelle Marche vi sono2.278 dipendenti provinciali di cui 184 precari, la gran partenei centri per l'impiego e formazione ove operanocomplessivamente 376 lavoratori di ruolo, nelle cinque provincemarchigiane. (AGI)Pu1/Sep